Lunedì, 01 Marzo 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ippopotami di Pablo Escobar minacciano l'ambiente, verranno abbattuti

Gli ippopotami importati illegalmente in Colombia negli anni Ottanta per lo zoo privato dell'ex re dei narcos Pablo Escobar vivono adesso allo stato selvatico e sono aumentati

10 Febbraio 2021

Ippopotami di Pablo Escobar

Fonte: Pixabay

Gli ippopotami importati illegalmente in Colombia negli anni Ottanta per lo zoo privato di Pablo Escobar verranno abbattuti. Gli animali adesso vivono allo stato selvatico e sono notevolmente aumentati negli ultimi decenni. Il loro numero costituirebbe un serio rischio per la biodiversità. Da qui la decisione di un gruppo di scienziati, che ha deciso di abbatterli. Secondo il loro parere, gli ippopotami starebbero spazzando via la flora e la fauna locale.

Ippopotami di Pablo Escobar minacciano l'ambiente

L'ex re dei narcos Pablo Escobar aveva allestito un enorme zoo nella sua vasta tenuta-fortezza - la Hacienda Nápoles, a Doradal, nel dipartimento di Antioquia. Qui sono stati ospitati, nel tempo, rinoceronti, elefanti, giraffe, ippopotami ed altri animali esotici. Dopo la sua morte, nel 1993, molti di questi animali vennero trasferiti o morirono. Gli ippopotami, al contrario, vennero abbandonati a loro stessi a causa degli elevati costi e dei problemi logistici legati al loro trasporto.

LEGGI ANCHE: Giorgia Meloni, la figlia insultata: il giornalista si scusa per la "battuta"

La decisione degli scienziati è stata presa anche a fronte del fallimento dei tentativi del governo di controllarne la popolazione. Tutti falliti. Oggi si stima che solo negli ultimi otto anni il loro numero sia cresciuto da 35 a 65-80 esemplari.

LEGGI ANCHE: Governo, Boschi: "Rispetto per Conte, ma candidarlo in parlamento non è una priorità"

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti