Martedì, 04 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Gran Bretagna: vendite al dettaglio +0,3%, debito pubblico scende a 4,9 mld sterline a luglio

Vendita al dettaglio non in negozio +4,8%, online +26,3%. In calo non alimentari (-1,5%) e abbigliamento (-1,2%)

19 Agosto 2022

Gran Bretagna: vendite al dettaglio +0,3%, debito pubblico scende a 4,9 mld sterline a luglio

fonte: pixabay

Dopo un calo dello 0,2% nel mese di giugno 2022, rivisto da un calo dello 0,1%, i volumi delle vendite al dettaglio in Gran Bretagna sono aumentati dello 0,3% nel mese di luglio 2022. I volumi di vendita sono stati del 2,3% al di sopra dei livelli pre-coronavirus del febbraio 2020, ma in calo rispetto all'anno scorso. Più in generale, nei tre mesi fino a luglio 2022, i volumi di vendita sono diminuiti dell'1,2% rispetto ai tre mesi precedenti, proseguendo la tendenza al ribasso in atto dall'estate 2021. Lo indicano i dati dell'Ufficio nazionale di statistica Ons.

I volumi della vendita al dettaglio non in negozio (prevalentemente online) sono aumentati del 4,8% nel luglio 2022; i feedback dei rivenditori online hanno suggerito che una serie di promozioni nel luglio 2022 hanno incrementato le vendite. I volumi di vendita dei carburanti per autotrazione sono diminuiti dello 0,9% nel mese di luglio 2022, con l'evidenza aneddotica che l'ondata di caldo in alcune parti del Regno Unito potrebbe aver ridotto i viaggi e le vendite.

I volumi di vendita dei negozi non alimentari sono diminuiti dello 0,7% nel mese, a causa dei cali di altri negozi non alimentari (-1,5%) e dei negozi di abbigliamento (-1,2%). I volumi di vendita dei negozi di alimentari sono aumentati dello 0,1% nel luglio 2022; i volumi di vendita sono stati inferiori dello 0,1% rispetto ai livelli di febbraio 2020, continua Ons.

La percentuale delle vendite al dettaglio online è salita al 26,3% nel luglio 2022, dal 25,3% nel giugno 2022; nonostante questa ripresa, continua un'ampia tendenza al ribasso dal picco del febbraio 2021 (37,5%), ma rimane al di sopra dei livelli pre-pandemia (19,8% nel febbraio 2020), conclude Ons.

Indebitamento pubblico scende a 4,9 mld sterline a luglio

L'indebitamento netto del settore pubblico in Gran Bretagna, escluse le banche del settore pubblico (Psnb ex), è stato di 4,9 miliardi di sterline nel luglio 2022; 0,8 miliardi di sterline in meno rispetto al luglio 2021 ma 5,9 miliardi di sterline in più rispetto al luglio 2019 pre-coronavirus, che era in surplus di 0,9 miliardi di sterline. Lo indicano i dati dell'Ufficio nazionale di statistica Ons.

La spesa corrente (o giornaliera) dell'amministrazione centrale è aumentata rispetto a luglio 2021 di 3,4 miliardi di sterline, raggiungendo i 76,5 miliardi di sterline, con un aumento di 2,3 miliardi di sterline degli interessi passivi sul debito e un aumento di 2,8 miliardi di sterline dei pagamenti netti delle prestazioni sociali, parzialmente compensati da una riduzione di 1,5 miliardi di sterline dei pagamenti dei sussidi.

Gli interessi passivi del debito dell'amministrazione centrale sono stati pari a 5,8 miliardi di sterline a luglio 2022, 2,3 miliardi di sterline in più rispetto a luglio 2021, ma 13,9 miliardi di sterline in meno rispetto al record di 19,7 miliardi di sterline da pagare a giugno 2022. Le entrate dell'amministrazione centrale sono state pari a 78,2 miliardi di sterline nel luglio 2022, con un aumento di 6,1 miliardi di sterline rispetto al luglio 2021; di queste, le entrate fiscali sono state pari a 58,6 miliardi di sterline, con un aumento di 4,6 miliardi di sterline rispetto al luglio 2021.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x