Venerdì, 27 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Enel, 2021 con utile netto a 3,189 mld e investimenti a 13 miliardi di euro (+27,5%)


Francesco Starace, CEO del Gruppo Enel: "Indispensabile accelerare gli investimenti nelle rinnovabili, che garantiscono una fonte di energia stabile, sicura e competitiva, oltre a rappresentare, insieme alla digitalizzazione delle reti e all’elettrificazione dei consumi, la soluzione per combattere il cambiamento climatico"

18 Marzo 2022

Francesco Starace (Enel)

Francesco Starace (fonte: LaPresse)

Il Consiglio di Amministrazione di Enel, presieduto da Michele Crisostomo, ha approvato nella riunione odierna i risultati dell’esercizio 2021.

Enel, 2021 con utile netto a 3,189 mld e investimenti a 13 miliardi di euro (+27,5%)

Enel chiude il 2021 con Ricavi a 88.006 milioni di euro (66.004 milioni di euro nel 2020, +33,3%). L’EBITDA ordinario a 19.210 milioni di euro (18.027 milioni di euro nel 2020, +6,6%). L’incremento è da ricondurre principalmente ad Enel Green Power, per la crescita operativa dovuta alla maggiore produzione e all’entrata in funzione di nuovi impianti rinnovabili; alle Infrastrutture e Reti, per l’aumento del margine in America Latina e per le migliori performance connesse al miglioramento nella qualità del servizio e alla digitalizzazione delle reti in Europa; nonché al citato provento realizzato con la cessione di Open Fiber S.p.A. Tali effetti hanno più che compensato i minori margini della Generazione Termoelettrica e Trading connessi all’effetto prezzo sulle coperture, alcuni adeguamenti tariffari in Italia e Spagna, nonché l’andamento sfavorevole dei cambi prevalentemente in America Latina.

L’EBITDA si attesta a 17.567 milioni di euro (16.9032 milioni di euro nel 2020, +3,9%) e l’EBIT a 7.680 milioni di euro (8.4552 milioni di euro nel 2020, -9,2%). Il Risultato netto ordinario del Gruppo a 5.593 milioni di euro (5.197 milioni di euro nel 2020, +7,6%), mentre il Risultato netto del Gruppo si attesta a 3.189 milioni di euro (2.610 milioni di euro nel 2020, +22,2%). L’Indebitamento finanziario netto a 51.952 milioni di euro (45.415 milioni di euro nel 2020, +14,4%). Investimenti a 12.997 milioni di euro (10.197 milioni di euro nel 2020, +27,5%). Il dividendo complessivo proposto per l’intero esercizio 2021 è pari a 0,38 euro per azione (di cui 0,19 euro per azione già corrisposti quale acconto a gennaio 2022), in crescita del 6,1% rispetto al dividendo complessivo di 0,358 euro per azione riconosciuto per l’intero esercizio del 2020.

Francesco Starace, CEO del Gruppo Enel, ha così commentato: “I risultati di Enel per il 2021 dimostrano ancora una volta la resilienza e la sostenibilità del nostro modello di business anche in un contesto sempre più complesso, caratterizzato da una parte dai segnali di ripresa post pandemia e dall’altra dagli impatti negativi derivanti dall’incremento dei prezzi dei combustibili fossili. Appare ormai evidente il ruolo fondamentale che le utilities hanno nella gestione dei repentini cambiamenti del settore energetico, ed è in questa direzione che va la nostra strategia, incentrata su decarbonizzazione ed elettrificazione. In questo modo, possiamo cogliere le opportunità lungo tutta la catena del valore e contribuire al contempo all’indipendenza energetica nei Paesi in cui operiamo. È quindi indispensabile accelerare gli investimenti nelle rinnovabili, che garantiscono una fonte di energia stabile, sicura e competitiva, oltre a rappresentare, insieme alla digitalizzazione delle reti e all’elettrificazione dei consumi, la soluzione per combattere il cambiamento climatico. La validità della nostra strategia ci permette di mantenere il nostro impegno a distribuire agli azionisti un dividendo in crescita, basato su una politica semplice e trasparente.”

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x