Lunedì, 04 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Agevolazioni fiscali sulla prima casa, si torna all'obbligo di vendita

A rischio le agevolazioni fiscali, sgravi del 7% sull'imposta di registro. Immaginati anche degli stratagemmi (costosi) per arrivare al 31 dicembre 2022

19 Gennaio 2022

Agevolazioni fiscali sulla prima casa, si torna all'obbligo di vendita

Tornano le stesse regole del precovid, alcune delle quali ai danni dei contribuenti: l'ultima novità è il ripristino della regola per cui chi aveva acquistato un immobile godendo delle agevolazioni sulla prima casa ma lo ha fatto impegnandosi a vendere, entro 365 giorni, un altro immobile con le stesse agevolazioni, ha visto la sospensione di quest'obbligo che adesso è tornato in vigore.

Agevolazioni fiscali, torna l'obbligo di vendita

C'è stato un momento storico, eravamo nel Conte bis, in cui esistevano delle agevolazioni per chi acquistava una casa con delle agevolazioni per la prima abitazione, scattava però l'obbligo a vendere. Il procedimento fu sospeso in occasione dell'inizio della pandemia per immaginabili motivi. Il countdown è però ripreso ora. Così come spiegato da Il Giornale, dal 1° gennaio di quest'anno è iniziato il conto alla rovescia dei restanti sei mesi per vendere l'altro immobile su cui si erano ottenute le stesse agevolazioni fiscali. La legge ha stabilito che "l'obbligo di vendita in caso di acquisto di una nuova abitazione con le agevolazioni, non è comunque l'unico termine relativo alla prima casa che ricomincia a scorrere da questo mese".

Il rischio? È quello di perdere forti agevolazioni. La spiegazione è molto chiara e riportata questa mattina sulle colonne de Il Messaggero, "un'imposta di registro del 2% invece del 9%; un'imposta ipotecaria fissa di 50 euro e un'imposta catastale fissa di 50 euro". E poi, c'è anche un altro tipo di agevolazione che riguarda il divieto di vendere o regalare l'immobile "acquistato con le agevolazioni per la prima casa nei 5 anni successivi all'acquisto, a meno che entro un anno dalla cessione si proceda all'acquisto di una nuova casa da destinare ad abitazione principale". In questo modo, quindi, ci sarà tempo fino al 31 dicembre 2022 per comprare un'altra casa da far diventare abitazione principale, per coloro i quali avessero venduto durante i mesi della pandemia.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x