Lunedì, 24 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Generali, Francesco Caltagirone si dimette dal Cda: "Palesemente osteggiato"

Il presidente di Assicurazioni Generali Gabriele Galateri di Genola: "Le motivazioni addotte non possono che essere categoricamente respinte"

14 Gennaio 2022

Generali, Francesco Caltagirone si dimette dal Cda: "Palesemente osteggiato"

Fonte: Facebook

Francesco Gaetano Caltagirone presenta le sue dimissioni dal Cda di Assicurazioni Generali, motivando la propria decisione richiamando un quadro nel quale la sua persona sarebbe stata "palesemente osteggiata, impedita dal dare il proprio contributo critico e ad assicurare un controllo adeguato". La decisione è stata comunicata alla compagnia assicurativa con una lettera giunta nella tarda serata di ieri.

Generali, Francesco Caltagirone si dimette dal Cda

La notizia delle dimissioni è stata diffusa da le Assicurazioni Generali tramite una nota stampa, in cui è stato spiegato che Caltagirone ha fatto riferimento alle modalità di lavoro del Consiglio di Amministrazione e in particolare: "alla presentazione e approvazione del piano strategico; alla procedura per la una lista da parte del Consiglio; alle modalità di applicazione delle norme sulle informazioni privilegiate; ai rapporti con i media".

Dopo circa 12 anni al vertice della compagnia, l'imprenditore romano ha lasciato dunque la carica di vice presidente del gruppo, facendo entrare nel vivo la battaglia per il controllo delle Generali. Caltagirone, infatti, si è dimesso in un momento delicato per la compagnia, di cui detiene oltre l'8% del capitale, che presto sarà chiamata a un rinnovo del consiglio di amministrazione.

"Esprimo vivo rammarico e sorpresa per la decisione assunta dal cav. Caltagirone", ha commentato il presidente di Assicurazioni Generali, Gabriele Galateri di Genola. "Le motivazioni addotte non possono che essere categoricamente respinte - continua - avendo la società sempre condotto la sua attività secondo criteri di assoluta trasparenza e rigorosa correttezza, anche relativamente ai lavori per la presentazione di una lista per il rinnovo del consiglio, di cui ha costantemente informato le autorità di vigilanza". "Ai suddetti principi ci si è attenuti nei rapporti con tutti i consiglieri, senza eccezione alcuna e in ogni occasione", conclude Galateri di Genola.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x