Mercoledì, 25 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

UniCredit sostiene Vento e punta sui giovani e sulle loro idee per aziende disruptive

Aperte le candidature per i primi 30 giovani aspiranti imprenditori: saranno retribuiti per realizzare startup innovative con un percorso full time di 4 mesi

23 Settembre 2021

Unicredit

Unicredit

Sono aperte fino al 24 ottobre le application per partecipare al nuovo programma di venture building Vento - Venture Originator, che avrà inizio il 31 gennaio 2022 negli spazi dello Startup Village di OGR Tech e presso gli spazi di Talent Garden Fondazione Agnelli. 30 giovani saranno selezionati e retribuiti per quattro mesi per creare startup con alto potenziale di sviluppo grazie a un nuovo percorso full time inedito in Italia: a differenza di modelli più conosciuti all'interno dell'ecosistema dell'innovazione nazionale, come acceleratori e incubatori, non sarà necessario avere un'idea o un team per partecipare, perché la selezione dei candidati si baserà esclusivamente sulle potenzialità imprenditoriali di ciascun candidato.

 Jingle Pang, Group Digital & Information Officer di UniCredit: "UniCredit è lieta di sostenere Vento proprio perché la digitalizzazione rappresenta una delle leve fondamentali della nostra offerta di servizi ai clienti. Siamo sempre alla ricerca delle migliori tecnologie e delle idee più innovative in linea con il nostro obiettivo di essere un'istituzione finanziaria digitale pionieristica. Siamo certi che Vento ci permetterà di esplorare futuri trend, individuare soluzioni tecnologiche all'avanguardia e identificare nuove aree di business."

Dopo aver compilato online un modulo sul sito joinvento.com, i migliori candidati - studenti di Laurea Magistrale, ricercatori, dottorandi e giovani lavoratori - affronteranno prima un colloquio individuale e poi parteciperanno a un boot-camp intensivo di cinque giorni, per dimostrare appieno il loro potenziale imprenditoriale.

Una volta selezionati, i 30 aspiranti imprenditori saranno ripartiti in 10 team e coinvolti in un percorso di Venture Building full time della durata di 4 mesi, durante i quali saranno retribuiti e aiutati a sviluppare nuove imprese tech innovative e scalabili. Ad ogni team verrà assegnata una sfida, lanciata da grandi imprese quali Telepass, Reply e UniCredit. Il loro compito sarà quello di trovare una soluzione che possa essere trasformata in un vero e proprio business con grande potenziale di sviluppo.

Il programma si ispira ai modelli di venture builder che si stanno rapidamente affermando negli Stati Uniti e in Europa: negli ultimi sette anni, infatti, il numero di organizzazioni dedicate alla creazione di impresa è aumentato del 625% e ha dimostrato di portare vantaggi molto significativi non solo per i founders ma anche per gli investitori (Fonte: Disrupting the Venture Landscape - GAN Accelerators).

Vento mira a minimizzare il tasso di fallimento delle idee imprenditoriali e ad aumentare il potenziale di crescita delle nuove imprese, grazie a un processo sistematico di selezione dei partecipanti, creazione dei team e alla ricerca attenta del need di partenza, individuato e validato grazie al supporto delle Partner Companies.

 A differenza dei modelli esistenti, Vento non prevede alcuna acquisizione di equity delle startup create, né success fee di alcun tipo: nasce infatti con il sostegno di Exor, holding company impegnata da sempre nella costruzione di grandi imprese, che tramite Vento si impegna a sostenere i progetti imprenditoriali di giovani talenti nell'ambito della propria politica ESG.

 Compagnia di San Paolo sosterrà le startup costituite nel corso del programma, mettendo a disposizione dei team più meritevoli una somma fino a un valore complessivo di 250.000€, per contribuire alla realizzazione di prototipi/proof of concepts, passo necessario per lo sviluppo dei nascenti progetti imprenditoriali.

Inoltre, durante la giornata conclusiva dell'Investor Day di inizio giugno, le startup saranno presentate a una platea di business angels, acceleratori e fondi di venture capital italiani ed europei che potranno decidere di investire nelle aziende create, per sostenere ulteriormente il loro sviluppo.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x