Martedì, 21 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Cosmofarma ReAzione - I Valori al centro torna in presenza e chiude con successo

Ferilli: "La realtà ha superato le nostre aspettative. Ottima partecipazione a tutte le giornate di manifestazione”

14 Settembre 2021

Cosmofarma ReAzione - I Valori al centro torna in presenza e chiude con successo

Grande successo per Cosmofarma “Reazione - I valori al centro”, la manifestazione leader del settore dell’Health Care, del Beauty Care e di tutti i servizi legati al mondo della farmacia che si è chiusa al Quartiere fieristico di Bologna, in questa edizione eccezionalmente in contemporanea con Sana- Salone internazionale del biologico e del naturale e con OnBeauty by Cosmoprof.

Alla piattaforma Cosmofarma, Onbeauty e Sana hanno partecipato 1.150 brand e le presenze hanno sfiorato quota 50.000, riportando così imprese e professionisti del mondo della farmacia, il beauty, il biologico e il naturale a reincontrarsi nel pieno rispetto di tutte le norme di sicurezza.

"La realtà ha superato le nostre aspettative. Cosmofarma ReAzione ha registrato un'ottima partecipazione a tutte le giornate di manifestazione.  Il comparto fieristico è finalmente ripartito, come dimostrano le diverse manifestazioni che si stanno svolgendo a livello nazionale e che evidenziano come la voglia di reincontrarsi ci sia, come pure il desiderio di scommettere sulla ripartenza. Tutto questo conferma come gli eventi si possano realizzare in sicurezza e nel rispetto delle norme e le distanze. Siamo già pronti per la prossima edizione che sarà dal 6 all'8 maggio 2022", sottolinea Francesca Ferilli, direttore generale BOS Srl.

I valori sono stati dunque i protagonisti di Cosmofarma “Reazione”: empatia, ascolto, tempo, inclusività, resilienza, fiducia, salute, relazioni umane, libertà e sostenibilità sono infatti al centro dell’attività del  farmacista. Valori che fanno da base per la farmacia del futuro, sempre più al passo coi tempi, ma vicina al paziente. Grazie a un calendario di 50 convegni, divisi in quattro filoni (Scientifico, Manageriale, Istituzionale e ReAzione), sono state innumerevoli le occasioni di aggiornamento per gli addetti del settore. Dai dati e gli approfondimenti sul mercato, a incontri sui vaccini, la prevenzione, la cosmetica, la nutraceutica, fino ai corsi per migliorare la comunicazione con l’utente, l’e-commerce, l’uso dei social media. Tra gli appuntamenti più seguiti quello con la Cosmofarma Business Conference, con protagonista lo psicoanalista Massimo Recalcati che ha parlato de “L’importanza dei valori”. E ancora, le premiazioni delle aziende che hanno presentato i prodotti più innovativi e sfidanti per il mercato.

Numerosi i riconoscimenti del lavoro svolto durante l’emergenza sanitaria dalle farmacie e i farmacisti, presidi e professionisti fondamentali non solo per la dispensazione dei farmaci, ruolo storico delle farmacie, ma anche per il consiglio e la rassicurazione del paziente, la battaglia contro le fake news. Senza dimenticare i servizi, tra cui quelli aggiuntivi introdotti di recente, a partire dai tamponi antigenici e i vaccini. Tutti elementi ricordati dal Ministro della Salute Roberto Speranza che, intervenendo alla manifestazione l’11 settembre ha affermato che “le 19.000 farmacie italiane sono pienamente parte del Servizio Sanitario Nazionale”.

Cosmofarma si conferma dunque il luogo di eccellenza per la formazione, l’aggiornamento, la proposta e l’innovazione dell’intero comparto di farmacia. La manifestazione dà appuntamento per la prossima edizione dal 6 all’8 maggio 2022.

“Questi 4 giorni a Cosmofarma ReAzione sono stati la testimonianza di quanto sia forte la voglia di ripartire dopo questa difficile emergenza. Sono stati infatti tantissimi i farmacisti che, finalmente in presenza, hanno avuto l’opportunità di confrontarsi senza la mediazione di un freddo monitor”, dichiara Andrea Mandelli Presidente della Federazione Nazionale dei Farmacisti Italiani (FOFI). “Soprattutto sono tante le testimonianze di rappresentanti istituzionali e di esperti che ci hanno confermato come il percorso intrapreso in questi anni sia stato vincente: i farmacisti e le farmacie sono stati, e sono, punto di riferimento strategico nella lotta al Covid-19 proprio grazie alle loro competenze e alla capacità di rinnovarsi accettando le sfide del cambiamento. Ricordo con orgoglio che siamo stati la categoria che più di tutti ha intrapreso i percorsi di aggiornamento dell’Iss per gestire la somministrazione in sicurezza del vaccini anti Covid e ora possiamo vantare ben 31mila farmacisti vaccinatori. Nelle nostre farmacie sono stati effettuati oltre dieci milioni di tamponi antigenici e sono stati somministrati circa 400mila dosi di vaccini. E questo è solo l’inizio, aspettiamo in Senato la conversione del Decreto che ci consentirà di poter somministrare i vaccini antinfluenzali. Abbiamo quindi portato avanti un grande lavoro di squadra: dai farmacisti ospedalieri a quelli del territorio, a tutte le farmacie che capillarmente, anche nei piccoli paesi, sono stati un faro per i cittadini. Una squadra che ha serrato i ranghi e che ora è pronta a diventare protagonista indiscussa di questa nuova stagione per il rilancio della sanità di prossimità”.

“A Cosmofarma ReAzione – dichiara Luigi D’Ambrosio Lettieri, Presidente della Fondazione Francesco Cannavò e Vicepresidente della FOFI – le emozioni che abbiamo provato nel rivederci e la tensione con cui affrontiamo il periodo delle ripresa hanno fatto da sfondo a una serie di convegni e momenti di confronto sui temi centrali della sanità italiana con i risvolti di natura professionale, economica e politico sindacale che hanno consentito di ripercorrere il lavoro svolto in questi pesantissimi 18 mesi. E anche di allungare lo sguardo ad una prospettiva che vede sempre più la professione farmaceutica e la farmacia italiana riconfermati in una posizione centrale nell’ambito dei processi di ammodernamento delle governance. I nostri sforzi sono serviti. L’impegno, il coraggio, la dedizione e la competenza dei farmacisti italiani ovunque occupati negli ospedali e in particolare nelle farmacie di comunità hanno consentito di aumentare il livello di percezione sociale e ottenere, per conseguenza, un elevatissimo livello di riconoscimenti istituzionali tradotti in provvedimenti legislativi. Provvedimenti – aggiunge – che hanno aperto la strada ad una nuova e importante legittimazione del farmacista quale fondamentale professionista della sanità e della farmacia come hub sanitario del territorio, dove si incrociano le attività di quanti operano a beneficio della salute del cittadino”.

“Cosmofarma 2021 è riuscita a trasmettere una sensazione di ripartenza. Vedere 400 persone in sala ad ascoltare il Ministro, gli altri parlamentari e i rappresentanti di categoria è stato commovente. L’augurio è che siano stati comunicati in modo chiaro tutti i messaggi di cambiamento che interessano la nostra professione e che ci potremo rivedere ancora più numerosi a maggio 2022, alla prossima edizione di Cosmofarma”, dichiara Eugenio Leopardi, Presidente UTIFAR.

“Sono stati quattro giorni intensi, di grande lavoro ma anche di grandi soddisfazioni”, dichiara il Presidente di Federfarma Marco Cossolo. “È stato un piacere rivedere i colleghi di persona. Anche quando sono salito sul palco per parlare mi sono emozionato di fronte alla platea di colleghi in presenza. Al di là dell’aspetto umano, che è certamente fondamentale, Cosmofarma è stata un’esperienza significativa per la farmacia italiana. Le parole che sono state rivolte alla farmacia da parte di tutti gli intervenuti - erano presenti esponenti di tutti i partiti dell’arco Costituzionale - così come le toccanti parole del Ministro della Salute Roberto Speranza, hanno testimoniato come il lavoro svolto durante il periodo della pandemia, i grandi sacrifici di tutti i colleghi, fino al sommo sacrificio di coloro che hanno perduto la vita, abbiano accelerato l’evoluzione della farmacia italiana, a vantaggio delle future generazioni di farmacisti e, soprattutto, dei cittadini. Cittadini che potranno contare su una farmacia più moderna e più vicina, che svolge appieno il proprio ruolo di struttura sanitaria di prossimità, ma anche con valenza sociale e di legalità, perché non dimentichiamo che durante il periodo di lockdown abbiamo intensificato la collaborazione con le Istituzioni a supporto delle donne vittime di violenza domestica. Direi che queste sono le tre caratteristiche della nuova farmacia: presidio di sanità, di socialità e di legalità”, conclude.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x