Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Pensioni luglio 2021, pagamento anticipato: ecco il calendario di Poste Italiane

Pagamento anticipato anche delle pensioni luglio 2021. Poste Italiane ha comunicato il calendario

24 Giugno 2021

Pensioni luglio 2021, pagamento anticipato: ecco il calendario di Poste Italiane

Poste Italiane (wikipedia)

Il pagamento pensioni luglio 2021 arriverà in anticipo come è successo nei mesi scorsi. Lo ha comunicato Poste Italiane che ha reso disponibile il calendario con le date in cui verranno erogati i pagamenti. "Le pensioni del mese di luglio verranno accreditate a partire da venerdì 25 giugno per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti da oltre 7.000 ATM Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello", ha dichiarato Poste Italiane.

Poste Italiane, pagamento anticipato pensioni luglio 2021: calendario

Per consentire a tutti i beneficiari dei pagamenti di recarsi presso gli uffici postali in massima sicurezza e nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del Covid-19, è stata estesa anche al mese di luglio 2021 l’anticipazione del pagamento delle pensioni e degli altri assegni pensionistici.

Il pagamento delle pensioni sarà effettuato secondo questo ordine di cognomi, ecco il calendario di Poste Italiane:

  • dalla A alla B venerdì 25 giugno;
  • dalla C alla D sabato mattina 26 giugno;
  • dalla E alla K lunedì 28 giugno;
  • dalla L alla O martedì 29 giugno;
  • dalla P alla R mercoledì 30 giugno;
  • dalla S alla Z giovedì 1 luglio.

Pensioni luglio 2021: aiuto agli anziani

Poste Italiane ricorda "che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri".

Questo servizio è previsto dalla convenzione sottoscritta da Poste Italiane con l’Arma dei Carabinieri per supportare gli anziani impossibilitati a ritirare la pensione in contanti allo sportello degli uffici postali. Per ricevere questo servizio, i pensionati dovranno farne espressa richiesta con delega alle Poste. I pensionati possono anche richiedere gratuitamente l’accredito a Poste Italiane con Conto BancoPosta, Postepay Evolution o Libretto di Risparmio. In questo modo, potranno prelevare direttamente dal Postamat senza essere costretti a fare code per recarsi allo sportello.

Pensione e quattordicesima luglio 2021

Il mese di luglio, per molti pensionati, è anche sinonimo di quattordicesima mensilità. A chi spetta?

Il bonus, o quattordicesima, spetta ai pensionati Inps che hanno un reddito non superiore a 2 volte il trattamento minimo. Questa mensilità aggiuntiva viene erogata ai pensionati con oltre 64 anni di età. Per il 2021, possono ricevere la somma aggiuntiva sulla pensione coloro che hanno un reddito non superiore a:

  • 13.909,08 euro, se possiedono oltre 25 anni di contributi;
  • 13.825,08 euro, se possiedono oltre 15 anni di contributi ma meno di 25 anni;
  • 13.741,08 euro, se possiedono sino a 15 anni di contributi.

Il bonus non spetta a tutte le pensioni. Sono esclusi, ad esempio, i trattamenti di assistenza come la pensione d’invalidità civile.

Pensioni luglio, importo quattordicesima 2021

L'importo della quattordicesima può arrivare sino a 655 euro per coloro il cui reddito non supera 1,5 volte il trattamento minimo. Ciò significa che coloro che percepiscono sino a 13.405,08 euro annui potranno ricevere l'importo aggiuntivo in misura piena. Nello specifico l’importo della quattordicesima varia a seconda degli anni contributivi posseduti e, come già anticipato, del reddito del pensionato. Questi sono gli importi per l’anno 2021:

  • 437 euro fino a 15 anni di contributi, se il beneficiario era lavoratore dipendente, o sino a 18 anni di contributi se era un lavoratore autonomo;
  • 546 euro oltre 15 anni di contributi e fino a 25 anni se ex lavoratore dipendente, o oltre 18 anni di contributi e sino a 28 anni se ex lavoratore autonomo;
  • 655 euro oltre 25 anni di contributi se ex dipendente, oltre 28 anni se ex autonomo.

Quattordicesima, su quali pensioni spetta?

La quattordicesima è riconosciuta sulle seguenti pensioni:

  • pensione di anzianità;
  • pensione di vecchiaia;
  • pensione anticipata;
  • assegno ordinario di invalidità e la pensione di inabilità;
  • pensione ai superstiti, cioè di reversibilità e indiretta.

La mensilità aggiuntiva non spetta invece alle seguenti pensioni:

  • pensioni di invalidità civile;
  • pensione sociale;
  • assegno sociale;
  • pensioni di guerra;
  • rendite Inail;
  • Ape sociale;
  • indennizzo per commercianti;
  • pensioni contrassegnate dai seguenti codici: 030 (Vobis), 031 (Iobis), 035 (Vmp), 036 (Imp), 027 (Vocred), 028 (Vocoop), 029 (Voesa), 010 (Vosped), 011 (Iosped), 012 (Sosped), 127 (Cred27), 128 (Coop28), 198 (Veso33), 199 (Veso92);
  • sulle pensioni interessate da sostituzione Stato o rivalsa Enti locali;
  • trattamenti pensionistici ai lavoratori extracomunitari rimpatriati;
  • pensioni della ex Sportass.
Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x