Domenica, 09 Maggio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Tamburi Investment Partners: nel 2020 utile netto a 36,4 mln e patrimonio netto a 1.070 mln (+19% al 2019)

Deliberato dividendo 0,10 euro per azione

29 Aprile 2021

TIP, nel 2020 risultati buoni con utili a 35 milioni di euro

Grattacielo (Pixabay)

L’Assemblea degli azionisti di Tamburi Investment Partners S.p.A. (“TIP” – MI), investment/merchant bank indipendente e diversificata quotata al segmento STAR di Borsa Italiana S.p.A., riunitasi in sede ordinaria in prima convocazione oggi 29 aprile 2021 a Milano, ha assunto le seguenti deliberazioni.

Bilancio di esercizio 2020

L’utile netto pro forma consolidato è stato di 36,4 milioni, rispetto ai 99,9 milioni del 2019 e il patrimonio netto è di circa 1.070 milioni, incrementato del 19% rispetto ai 902 milioni del 31 dicembre 2019. L’utile netto consolidato, considerando l’applicazione dell’IFRS 9, è stato di 1.954.409 euro. L’assemblea odierna ha approvato il bilancio chiuso al 31 dicembre 2020 di TIP S.p.A. che presenta un utile d’esercizio di euro 32.277.899 che, in applicazione dell’IFRS 9, non tiene conto di plusvalenze per oltre 38,5 milioni di euro le quali, non essendo transitate nel conto economico, sono state direttamente trasferite patrimonialmente da riserva OCI a utili portati a nuovo.

L’assemblea ha deliberato di destinare l’utile dell’esercizio di TIP S.p.A. come segue:

- a riserva legale euro 1.287.163;

- a distribuzione di un dividendo di euro 0,10 per azione alle azioni ordinarie in circolazione, al lordo delle ritenute di legge, con data di stacco del dividendo al 24 maggio 2021 e con messa in pagamento il 26 maggio 2021 e con data di legittimazione al pagamento del dividendo al 25 maggio 2021. Nomina del nuovo Collegio Sindacale L’Assemblea ha inoltre nominato il nuovo Collegio Sindacale, che resterà in carica per il triennio 2021-2023, deliberandone contestualmente il compenso.

Sono stati nominati i Sindaci: - Myriam Amato (sindaco effettivo e Presidente del Collegio Sindacale) - Fabio Pasquini (sindaco effettivo) - Alessandra Tronconi (sindaco effettivo) - Andrea Mariani (sindaco supplente) - Massimiliano Alberto Tonarini (sindaco supplente). I sindaci Fabio Pasquini, Alessandra Tronconi e Andrea Mariani provengono dalla lista di candidati n.1 presentata da Giovanni Tamburi (unitamente a Lippiuno S.r.l.), Alessandra Gritti e Claudio Berretti, titolari complessivamente di n.15.927.290 azioni ordinarie di TIP, pari all’ 8,638% del capitale sociale.

I sindaci Myriam Amato e Massimiliano Alberto Tonarini provengono dalla lista di candidati n.2 presentata da Algebris Ucits Funds Plc e Algebris Core Italy Fund; Amundi Asset Management SGR SpA gestore dei fondi: Amundi Risparmio Italia, Amundi Sviluppo Italia; Arca Fondi S.G.R. S.p.A. gestore dei fondi: Fondo Arca Economia Reale Equity Italia, Fondo Arca Economia Reale Bilanciato Italia 30, Fondo Arca Azioni Italia, Fondo Arca Economia Reale Bilanciato Italia 55; Bancoposta Fondi S.p.A. SGR gestore del fondo Bancoposta Rinascimento; Eurizon Capital SGR S.p.A. gestore dei fondi: Eurizon PIR Italia 30, Eurizon Progetto Italia 20, Eurizon Progetto Italia 70, Eurizon Azioni Italia, Eurizon Azioni PMI Italia, Eurizon Progetto Italia 40; 2 Eurizon PIR Italia Azioni; Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking Asset Management SGR S.p.A. gestore dei fondi: Fideuram Italia, Piano Azioni Italia, Piano Bilanciato Italia 50, Piano Bilanciato Italia 30; Mediolanum International Funds Limited - Challenge Funds - Challenge Italian Equity; Mediolanum Gestione Fondi SGR S.p.A. gestore dei fondi: Mediolanum Flessibile Futuro Italia, Mediolanum Flessibile Sviluppo Italia, soci titolari complessivamente di 6.341.984 azioni ordinarie di TIP, pari al 3,43964% del capitale sociale.

I curricula dei Sindaci nominati sono disponibili sul sito web della società nell’area “Corporate Governance, documenti assemblea”.

Azioni proprie L’assemblea ha inoltre autorizzato, per il periodo di 18 mesi a decorrere dalla data odierna, l’acquisizione di azioni proprie sino alla concorrenza del numero massimo consentito dalla legge (ad oggi il 20% del capitale sociale e, quindi, massime n. 36.875.860 azioni, cui dedurre le azioni proprie già in portafoglio) nonché ad alienare le azioni proprie già acquistate o che saranno in futuro acquistate in esecuzione di tale deliberazione. Le alienazioni potranno avvenire per il perseguimento delle finalità di cui alla relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione ed ai seguenti termini e condizioni (nonché, in ogni caso, nel rispetto del Regolamento (UE) n. 596/2014 e della relativa normativa comunitaria e nazionale di attuazione, nonché delle prassi di mercato pro tempore vigenti ammesse da Consob ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 596/2014 e dell’art. 180, comma 1, lett. c), del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58), in una o più volte sul mercato, ai blocchi o mediante offerta agli azionisti e ai dipendenti e agli amministratori, ovvero quale corrispettivo in ipotesi di scambio, permuta, concambio, conferimento, cessione o altro atto di disposizione di azioni proprie effettuati nell’ambito di acquisizioni di partecipazioni o di attuazione di progetti industriali o altre operazioni di finanza straordinaria che implichino l’assegnazione o disposizione di azioni proprie (quali a titolo esemplificativo fusioni, scissioni, emissione di obbligazioni convertibili o warrant, ecc.) ovvero a servizio di piani di incentivazione basati su azioni; la Società potrà inoltre impiegare le azioni per operazioni di sostegno della liquidità del mercato, al fine di facilitare gli scambi sui titoli stessi in momenti di scarsa liquidità sul mercato e favorire l’andamento regolare delle contrattazioni.

Il prezzo unitario di acquisto e di alienazione delle azioni proprie dovrà essere stabilito di volta in volta per ciascuna giornata di operatività:

- ad un prezzo non inferiore al 10% (diecipercento) rispetto al prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta di Borsa del giorno precedente;

- ad un prezzo non superiore al 10% (diecipercento) rispetto al prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta di Borsa del giorno precedente.

L’Assemblea ha determinato che il limite di corrispettivo in caso di acquisto non troverà applicazione qualora sul mercato si verifichino circostanze di carattere straordinario mentre, in caso di alienazione, non troverà applicazione in ipotesi di atti di alienazione diversi dalla vendita ed in particolar modo in ipotesi di scambio, permuta, concambio, conferimento, cessione o altro atto di disposizione di azioni proprie effettuati nell’ambito di acquisizioni di partecipazioni o di attuazione di progetti industriali o altre operazioni di finanza straordinaria che implichino l’assegnazione o disposizione di azioni proprie (quali a titolo esemplificativo fusioni, scissioni, emissione di obbligazioni convertibili o warrant, ecc.) ovvero nei casi di assegnazione delle azioni ad amministratori e/o dipendenti (ad es. a servizio di piani di incentivazione basati su azioni TIP); in tali ipotesi potranno essere utilizzati criteri diversi, in linea con le finalità perseguite e tenendo conto delle prassi di mercato pro tempore vigenti, delle indicazioni di Borsa Italiana S.p.A e delle raccomandazioni Consob.

Termina quindi in data odierna il piano di acquisto di azioni proprie iniziato il 29 aprile 2020 e viene contestualmente avviato il nuovo piano. Ad oggi TIP detiene complessivamente n. 15.027.435 azioni proprie pari all’ 8,150% del capitale sociale, acquistate ad un prezzo medio di 5,737 euro. Rinnovo delle polizze D&O e RC Professionale e della polizza Infortuni e Malattia L’assemblea ha inoltre approvato il rinnovo della polizza “RC Professionale” e “D&O” a copertura dei danni conseguenti da azioni od omissioni rilevate nell’ambito dell’attività professionale svolta da soggetti che ricoprono cariche nell’ambito della stessa ed ha approvato il rinnovo delle coperture per infortuni e malattia a favore degli Amministratori esecutivi. Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi L’assemblea ha esaminato la Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi di TIP S.p.A., approvata dal Consiglio di Amministrazione, ha deliberato in senso favorevole sulla prima e sulla seconda sezione.

La Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi è a disposizione presso la sede della società e sul suo sito internet. In ottemperanza all’art. 77 della delibera Consob n. 11971 del 14/5/1999 e successive modificazioni e integrazioni, è disponibile presso la sede sociale, presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato di cui si avvale la società (www.1info.it), oltre che sul sito internet della società all’indirizzo www.tipspa.it, nei termini indicati dal comma 1 del suddetto art. 77, il fascicolo del Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019, completo delle rispettive relazioni della società di revisione e del Collegio Sindacale. Il verbale dell’Assemblea sarà messo a disposizione del pubblico nei termini di legge. Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari - Claudio Berretti - dichiara, ai sensi del comma 2 art. 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti