Sabato, 28 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Natale di Roma, storia e leggenda della nascita della città: programma, eventi, spettacoli per bambini

Il 21 aprile si festeggia il Natale di Roma: la leggenda della fondazione

21 Aprile 2022

colosseo

Giovedì 21 aprile 2022 si festeggia il Natale di Roma, l’anniversario della sua fondazione: scopriamo programma, eventi e storia. Il traguardo che la città raggiunge è notevole: 2775 anni.

Natale di Roma storia: la leggenda e il programma del 21 aprile 2022

Il Natale di Roma era definito anticamente Dies Romana. Secondo la leggenda, Romolo avrebbe fondato la città il 21 aprile del 753 avanti Cristo. Sono passati ben 2775 anni da quel giorno. Si deve la fissazione della data ai calcoli di Lucio Taruzio. La leggenda racconta che l'undicesimo giorno prima delle Calende di maggio, Romolo uscì dalla sua capanna, prese un aratro e segnò dei solchi sulla terra del Palatino. Quella erano i sacri confini, fino a quel momento immaginari, della nuova città che di lì a poco sarebbe sorta. Il suo nome era Roma. La leggenda è stata narrata anche da storici e letterati come Livio e Varrone. A loro si aggiunse il primo importante astrologo romano, Lucio Taruzio Firmano, che nell’86 avanti Cristo, dunque quasi sette secoli dopo, stabilì che il giorno in cui Romolo tracciò i solchi era “esattamente” il 21 aprile del 753 a.C.. Questa è la data convenzionale: è stata oggetto di studio da parte di numerosi storici. Fra questi c'è anche Paolo Carafa, archeologo e docente alla Sapienza. "La fondazione di Roma non è certo avvenuta dal nulla - ha spiegato l'esperto in un’intervista a Focus - e c’è nella leggenda un nocciolo di verità storica, che abbiamo ricostruito. Prima dell’VIII secolo a. C. esisteva già un insediamento articolato in gruppi di capanne su un’area di circa 200 ettari. A un certo punto qualcuno, forse con un’investitura regale, volle dare a questo insediamento uno statuto speciale, tracciando strade e consacrandolo con una cerimonia religiosa. Le tracce di fortificazione rinvenute sono della seconda meta dell’VIII secolo a. C., quindi vicino al fatidico 753.

Per l'anniversario, l'Amministrazione capitolina ha organizzato un ricco calendario di visite guidate, eventi, inaugurazioni, mostre, concerti, spettacoli teatrali e cinematografici. Inoltre è previsto l'accesso gratuito a tutti ai Musei di Roma Capitale, mostre comprese. Nel compleanno di Roma si celebra la città ammirando le sue bellezze e le collezioni. Si possono inoltre visitare alcune famosissime aree archeologiche, fra le quali il Circo Massimo e il Mausoleo di Augusto. In questo caso serve però la prenotazione. In alcune zone ci saranno anche installazioni interattive e multisensoriali. Verrà anche inaugurato il Planetario di Roma Capitale ospitato all'interno del Museo della Civiltà Romana. La struttura è dotata di una nuova tecnologia all'avanguardia e offrirà bellissimi spettacoli.

Natale di Roma: tutti gli eventi in programma

Quest'anno gli eventi saranno tutti in presenza. Al Circo Massimo dalle 9.00 del 21 aprile alle 21.00 del 24 aprile ci saranno le rievocazioni del Gruppo Storico Romano. Il programma prevede la rappresentazione di antichi riti e spettacoli di rievocazione storica. Tra questi anche la cerimonia del “Tracciato del solco” (ossia della fondazione della città, il 21 aprile alle 15.00) e la partita di Harpastum (il 23 aprile dalle 15.00). Si tratta di un gioco con la palla che prevedeva scontri fisici. Una specie di antenato del rugby moderno. Ci saranno anche incontri con autori, mostre fotografiche e laboratori didattici per bambini.

Domenica 24 aprile dalle 11 del mattino partirà dal Circo Massimo un corteo storico che passerà anche dal Colosseo. Nel pomeriggio verrà invece ricostruita la battaglia di Bedriaco.

Musei gratis e tante mostre: un omaggio a Ennio Morricone

Il 21 aprile l’accesso ai musei civici è gratuito. La stessa cosa vale anche per l’area archeologica del Circo Massimo e al Mausoleo di Augusto. In questo caso però la prenotazione è obbligatoria. Tra le varie mostre una riguarda l’apertura di Synesthesia. Si tratta di una installazione multisensoriale che mette in relazione l’individuo con il suo ambiente con pratiche come il design interattivo, ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali e di Cursus Honorum. Si potrà poi partecipare a diverse visite guidate speciali. Fra le principali troviamo quelle al Teatro Valle, alle rovine romane nei sotterranei del Museo Giovanni Barracco e alla Villa di Massenzio.

Ci sarà l’apertura straordinaria degli Acquedotti Claudio e Felice (ore 10.30). Il 21 aprile si assisterà anche alla riapertura del Planetario di Roma Capitale che, dal giorno successivo, tornerà accessibile al pubblico.

Il 21 aprile è previsto anche un omaggio a Ennio Morricone. L'appuntamento è online. Sul sito dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dalle 8 alle 22 ci sarà la sua Meditazione orale, una composizione realizzata dal maestro nel 1970 per il centenario di Roma capitale d’Italia, per accompagnare un testo di Pier Paolo Pasolini del 1961. 

In programma ci sono anche numerose proiezioni cinematografiche. Fra le principali troviamo quelle del film Marx può aspettare di Marco Bellocchio (alle 20.30 nella Sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni) e de Il primo re di Matteo Rovere (alle 17.00 alla Casa del Cinema). Questo racconta la possibile storia di Romolo e Remo e della nascita di Roma a metà strada tra Storia e leggenda.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x