Domenica, 02 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Treviso, auto sbanda e finisce contro un albero e dentro un canale di scolo: morti 4 giovani

Nell'incidente a Godega Sant'Urbano hanno perso la vita Daniele De Re, residente Cordignano ( Treviso), Xhuliano Kellici, anch'egli di Cordignano, di famiglia albanese, Daniele Ortolan, di Orsago ( Treviso) e Marco Da Re, di Caneva (Pordenone) che a novembre avrebbe compiuto 19 anni

14 Agosto 2022

Treviso, auto sbanda e finisce contro un albero e e dentro un canale di scolo: morti 4 giovani

Fonte: twitter vigili del fuoco

Incidente nella notte a Godega di Sant'Urbano, in provincia di Treviso. Auto sbanda e finisce contro un albero e dentro un canale di scolo, provocando la morte di 4 giovani. Si tratta di quattro ragazzi, tutti tra i 18 e i 19 anni, morti poco dopo le 2 nella Polo sulla quale viaggiavano, probabilmente dopo la serata passata insieme. Si tratta di Daniele De Re, residente Cordignano ( Treviso), Xhuliano Kellici, anch'egli di Cordignano, di famiglia albanese, e Daniele Ortolan, di Orsago ( Treviso). La quarta vittima è Marco Da Re, di Caneva (Pordenone) che a novembre avrebbe compiuto 19 anni. 

Auto sbanda e finisce contro un albero e dentro un canale di scolo

Gli agenti della Polizia Stradale, arrivati sul posto insieme a due ambulanze che non hanno potuto far altro che constatare i decessi, stanno ancora lavorando per accertare l'esatta dinamica dell'incidente e i motivi che abbiano fatto finire la macchina fuori strada, in un canale di scolo all'altezza di via Cordignano.

Sembra che l'auto abbia sbandato all'altezza di una curva a sinistra e sia poi uscita di strada. Nella sua corsa, la Polo ha sbattuto contro un platano ed è finita dentro un piccolo canale di scolo rovesciandosi su se stessa. L'impatto è stato devastante, tanto da non lasciare scampo a nessuno dei giovani che con ogni probabilità erano sulla strada del rientro a casa dopo aver fatto serata.

“Ci troviamo di fronte ad una tragedia immane. La notizia ci lascia tutti sgomenti e ci colpisce al cuore come comunità. In questo momento drammatico per quattro famiglie ci stringiamo a loro con tutto il cordoglio per un evento così doloroso che coinvolge quattro giovani di 18 e 19 anni” le parole commosse del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. “Esprimo tutta la mia vicinanza ai familiari di questi ragazzi, ai loro cari, agli amici e a tutti coloro che a questi giovani hanno voluto bene”, ha concluso il governatore.

"Una tragedia che lascia tutti senza parole - ha detto all'Adnkronos il sindaco di Treviso, Mario Conte - Gli appelli alla prudenza non bastano mai ma il valore della vita è davvero grandissimo e ce ne accorgiamo solo quando viene a mancare". "Dimostriamoci comunità in questi momenti - ha aggiunto - stringendoci attorno al dolore delle famiglie e lavoriamo uniti per cercare di evitare che succedano tragedie come queste. Ora però è il tempo del silenzio, del rispetto e della preghiera".

 
 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x