Venerdì, 01 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Variante Omicron, attesa per Natale: nuovi dati incoraggianti

I dati sulla variante Omicron sono incoraggianti. L'EMA ha dichiarato che entro Natale, Omicron, potrebbe diventare la variante di maggioranza in Europa. In Italia la situazione è buona e suggeriscono di non creare allarmismi

10 Dicembre 2021

Covid-19

Fonte: Pixabay

La variante Omicron circola ormai veloce e indisturbata sul territorio europeo. Niente panico però, i medici e ricercatori sudafricani la stanno studiando insieme alle varie task force in tutt'Europa. Anche l'Agenzia Europea del Farmaco (EMA) è al lavoro per saperne di più su questa nuova variante.

Variante Omicron attesa per Natale in Italia

L'EMA fa sapere che quasi sicuramente, in Europa, la variante Omicron rimpiazzerà la variante Delta entro Natale, ma di questo per il momento non c'è certezza. Per quanto questa frase possa fare paura, non ci sono allarmismi riguardo tale variante in quanto si è osservato che i sintomi sono abbastanza lievi e sembra anche che sia meno aggressiva delle altre varianti. Ovviamente per quanto siano ottimisti i dati che abbiamo attualmente a disposizione, c'è bisogno di aspettare ancora per avere qualche certezza in più. Marco Cavalieri (EMA) fa sapere che comunque bisogna prestare la massima attenzione e che "l'unico modo per piegare la curva è la combinazione tra alto tasso di vaccinazioni e misure. Dobbiamo vaccinare il più alto numero possibile di cittadini". La situazione in Italia per ora è sotto controllo e come ripetono in tutt'Europa, non bisogna fomentare il panico. I casi nostrani di variante Omicron sono tutti sotto controllo, fuori pericolo e presentano sintomi lievi. Donato Greco, del Comitato Tecnico Scientifico (Cts), ha affermato che si tratta di casi sporadici, quasi isolati, e grazie alle vaccinazioni, specialmente alla terza dose, stiamo impedendo la sua diffusione. Greco, a differenza dell'EMA, ritiene che per ora non ci sia il pericolo di una maggiore diffusione, ma questo ovviamente si vedrà con il tempo.

I dati dal Sudafrica

I nuovi dati incoraggianti arrivano dalla Nazione da cui la variante Omicron ha avuto origine: il Sudafrica. A quanto pare quasi tutti i pazienti positivi alla variante Omicron presentano sintomi lievi, a questo si aggiunge che la nuova variante è anche molto meno pericolosa. Meno di un terzo dei pazienti ricoverati aveva sintomi gravi. A diffondere i dati è il National Institute for Communicable Diseases (NICD) di Pretoria. Nella città in cui si stanno tenendo gli studi, i casi gravi rappresentano il 31% del totale e si tratta comunque di contagiati che hanno bisogno di ossigeno o ventilazione meccanica. Questo dato è abbastanza incoraggiante, in quanto all'inizio della diffusione della variante Omicron i casi gravi ammontavano al 67%. Ovviamente non è escluso che questo dato possa salire di nuovo, ma si cerca sempre di essere ottimisti. Fatto sta, che sia il Sudafrica che l'EMA hanno proposto le stesse osservazioni che fortunatamente tranquillizzano tutti.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x