Lunedì, 24 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vaccino Covid e reazioni avverse: manifestazione a Roma lunedì 6 dicembre

I promotori dell'evento: "Qui non si tratta di andare contro qualcosa, si tratta di essere sinceri, schietti e di dire la verità"

04 Dicembre 2021

Vaccino Covid e reazione avverse:  manifestazione a Roma lunedì 6 dicembre

Fonte: lapresse.it

Sono pronti a manifestare davanti alla sede del Ministero della Salute, lunedì 6 dicembre 2021, tutti coloro che, dopo la somministrazione del vaccino Covid, sono stati colpiti da reazioni avverse. "Sapevamo sarebbe arrivato questo giorno", dicono i partecipanti danneggiati dopo la somministrazione del farmaco. "Sono coloro che, al momento dell'inoculazione, hanno firmato il consenso ad assumersi le responsabilità di una sperimentazione", continuano, attaccando poi i richiami "tanto sponsorizzati dal Governo".

Manifestazione 6 dicembre a Roma: tutti i dettagli

A promuovere l'evento sono centinaia di uomini, donne e ragazzi colpiti da eventi avversi al vaccino Covid, la maggior parte dei quali fa parte del Gruppo delle Terapie Domiciliari Covid-19, guidato dall'avvocato Erich Grimaldi. Così il prossimo lunedì queste stesse persone che si sentono "erroneamente additate come No vax" sono pronte a far sentire la loro voce. E lo faranno proprio davanti alla sede romana del Ministero della Salute.

"Ci ho messo la faccia perché credo che la tutela della salute sia il primo bene essenziale per tutti", ha spiegato su Facebook una donna che parteciperà alla manifestazione della prossima settimana. "Qui non si tratta di andare contro qualcosa, si tratta di essere sinceri, schietti e di dire la verità", ha sostenuto. Infatti la donna in questione, come lei stessa ha raccontato, ha vissuto sulla propria pelle una reazione avversa dal vaccino Covid. Ma non è finita qui.

La donna ha spiegato di aver segnalato l'accaduto all'Aifa, il quale però non le avrebbe ancora riconosciuto la reazione avversa. "Credo sia opportuno scendere anche noi in piazza per farci vedere e parlare con un dialogo normale affinché si possano ricevere delle risposte normali", ha concluso.

Sui social inoltre sta facendo il giro un video pubblicato dall'UCDL, l'Unione per le Cure, i Diritti e le Libertà, in cui i promotori invitano tutti coloro che si sono sottoposti alla somministrazione del farmaco e hanno poi avuto reazione avverse a manifestare a Roma ai piedi del Ministero della Salute. Lo scopo è fare luce su tutto questo e farsi sentire dal ministro Roberto Speranza.  

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x