Mercoledì, 25 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Terrorismo, 19enne italiana arrestata in un blitz a Milano

Una ragazza di 19 anni di origini kosovare è stata arrestata a Milano dalla Polizia con l'accusa di associazione con finalità di terrorismo

17 Novembre 2021

Terrorismo, 19enne italiana arrestata in un blitz a Milano

fonte: Twitter @anguissola

Blitz anti terrorismo della Polizia di Stato a Milano, dove nella mattinata del 17 novembre gli agenti hanno arrestato una cittadina italiana di 19 anni da tempo radicalizzata e sostenitrice dello Stato Islamico. La ragazza è stata fermata con l'accusa di associazione con finalità di terrorismo, al termine di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano. Stando a quanto appurato, la giovane di origini kosovare sarebbe collegata alla cerchia di persone legate al 21enne che lo scorso 3 novembre 2020 compì un attentato all'arma bianca a Vienna, uccidendo quattro persone a colpi di coltello nei pressi della sinagoga cittadina.

Terrorismo, 19enne italiana arrestata in un blitz a Milano

Gli agenti delle forze dell'ordine hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Milano, con la 19enne italo-kosovara che si trova al momento in carcere. L'avvio delle indagini sulla giovane è stato permesso da alcune informazioni raccolte dagli uomini della Digos, secondo la quale la 19enne era radicalizzata dall'età di 16 anni e da tempo fervente sostenitrice dell'Isis. Di recente era avvenuto il trasferimento della ragazza dal Kosovo in Italia, dove si era stabilita a vivere presso il fratello pur non tagliando i legami con altri jihadisti kosovari.

Al momento tuttavia non è noto quale sia stato il ruolo della giovane all'interno del gruppo di miliziani e quali possano essere i suoi eventuali complici. Le indagini sono state coordinate dal capo della Sezione Distrettuale Antiterrorismo della Procura di Milano Alberto Nobili e dal sostituto procuratore Leonardo Lesti.

Ragazza italiana arrestata per terrorismo

La ragazza era da tempo nota all'intelligence italiana a seguito del suo matrimonio, avvenuto a gennaio con rito islamico, con un miliziano 21enne anch'egli di origine kosovara, legato alla cerchia relazionale di Kujtim Fejzulai, l'uomo di origine albanese e nazionalità macedone che lo scorso 3 novembre 2020 uccise quattro persone in un attentato a Vienna. In quell'occasione emerse aveva proseguito il suo processo di radicalizzazione anche dopo essere stato scarcerato per buona condotta dopo un anno di prigione in Austria.

Nell'aprile del 2019 Fejzulai era stato infatti arrestato dopo aver tentato di attraversare il confine tra Turchia e Siria per unirsi ai miliziani dello Stato islamico. Dopo l'attentato compiuto a Vienne vennero arrestate 14 persone accusate di far parte della sua cerchia di relazioni e di averlo aiutato nella realizzazione dell'attacco.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x