Sabato, 27 Novembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Studentessa ha un malore a scuola: non fanno entrare la mamma senza green pass

Per andare a prendere la ragazza sono accorsi i carabinieri

08 Ottobre 2021

Studentessa ha un malore a scuola: non fanno entrare la madre senza green pass

Fonte: lapresse.it

Una studentessa, di Pomezia, vicino a Roma, che frequenta un istituto superiore, ha avuto un malore mentre era in classe. Quindi, come accade in questi casi, è stata portata in infermeria. Subito dopo è stata avvertita la madre in modo che potesse andare a prendere sua figlia. Tuttavia, la mamma della ragazza era sprovvista di Green pass e non ha potuto entrare nell'edificio. Ad andare a prendere la ragazza, alla fine, sono stati i Carabinieri.

Malore per studentessa: madre senza green pass rispinta da scuola

La ragazza frequenta l’Istituto superiore di Largo Brodolini. E, secondo quanto ha riportato il Corriere della città, si è sentita male a scuola e voleva essere riaccompagnata a casa dalla mamma. Per questo motivo l'istituto ha contattato la donna. Per prelevare la figlia, sua madre avrebbe dovuto firmare un modulo che consente agli alunni minorenni di uscire prima dell’orario della fine delle lezioni. Tuttavia, per poter firmare questo modulo, il genitore deve entrare nell’istituto, e per farlo deve avere il green pass. Per i "pericolosi trasgressori" sprovvisti di certificato verde, infatti, l’accesso è vietato, evidentemente a nessuna condizione. La madre della ragazza però non lo possedeva. Gli impiegati della si sono dunque rifiutati di far uscire la ragazza.

A questo punto sono dovuti intervenire i carabinieri, sui per placare gli animi, sia per prelevare la studentessa. Tra l'altro, gli esponenti delle Forze dell'Ordine, hanno avuto una brillante idea, che non è nemmeno passata per la testa ai diligenti - nonché obbedienti - impiegati dell'istituto: quella di far uscire la ragazza con il modulo in mano fuori dal plesso per farlo firmare alla madre e poter andare via. Insomma, non solo siamo stati messi - nel grottesco stato di polizia che è stato creato - gli uni contro gli altri, ma siamo stati anche indotti a non fare legittime eccezioni a quelle regole illegittime che ci hanno imposto.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x