Lunedì, 24 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Green pass parlamentari Italia obbligatorio dal 15 ottobre

La proposta prevede di controllare ogni singolo ingresso. Per il Senato si decide il 5 ottobre

22 Settembre 2021

Green pass parlamentari Italia, da oggi diventa obbligatorio

Il Green pass diventa obbligatorio per i parlamentari in Italia a partire da oggi, mercoledì 22 settembre. Dopo una prima fase dove il Parlamento inaspettatamente si trovava "escluso" dalla raffica di restrizioni, ora arriva la sentenza: parlamentari e lavoratori ordinari sono uguali davanti alla legge, quindi via di certificazione verde senza eccezioni. Si parte il 15 di ottobre, come già previsto per i dipendenti pubblici e privati.

No ai controlli a campione: tutti devono essere in regola

Il Green pass obbligatorio per i lavoratori del settore pubblico e privato è entrato in vigore solo una settimana fa, ma ci si è presto accorti che mancava una categoria simbolica per il Paese: i parlamentari e i senatori. Chi sarà scoperto a usufruire di un qr code falso, o si presenterà senza certificazione verde, vedrà la sospensione della diaria per 15 giorni, per arrivare alla sospensione. Mentre per il Senato si deciderà il prossimo 5 ottobre, per Palazzo Montecitorio è già arrivata la prima conferma.

Ma c'è di più. Mentre per i luoghi di lavoro è lasciata libera discrezione al datore di lavoro su come gestire i controlli, al Parlamento non ci sarà margine di dubbio. Tutti i parlamentari in ingresso dovranno esibire la certificazione verde, da mostrare agli assistenti designati. Ma su questo bisognerà aspettare la conferma da parte degli organi competenti. Perché?

Alla Camera dei deputati e al Senato vige il principio dell'autodichia, cioè la facoltà, di cui godono alcuni organi costituzionali, di decidere autonomamente senza subire ingerenze esterne, intimidazioni o condizionamenti così da tutelare l’indipendenza del potere legislativo. Per procedere con l'ufficializzazione definitiva dell'obbligo di Green pass per accedere a Montecitorio dovrà esserci l'accordo degli uffici di presidenza dei due rami del Parlamento. In poche parole, anche se in pratica parlamentari e liberi cittadini dovrebbero godere degli stessi diritti sul posto di lavoro, per chi accede alla Camera dei deputati esiste una garanzia in più.

Intanto, c'è già chi festeggia. Il leader del Partito democratico Enrico Letta ha offerto la sua opinione sui social network: "Finalmente in Parlamento entra l’obbligo del #greenpass. Finalmente". Il parlamentare del gruppo misto e capo di Italexit Gianluigi Paragone aveva già anticipato di essere pronto a fare "cose pazze" in caso la regola venisse imposta, come appena accaduto.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x