Sabato, 16 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Reddito di cittadinanza: uomo percepiva il sussidio ma importava cocaina dal Messico

Il latitante, capo del gruppo di spacciatori, dirigeva un ampio giro di cocaina dal Messico e inoltre riceveva il reddito di cittadinanza

17 Settembre 2021

Reddito di cittadinanza: uomo  percepiva il sussidio ma importava cocaina dal Messico

Fonte: lapresse.it

Sono tre gli uomini arrestati dalla Guardia di finanza di Varese, uno di questi, la mente del grippo, percepiva il reddito di cittadinanza e importava chili di cocaina dal Messico. Per i tre individui, è stata eseguita un'ordinanza di custodia in carcere, disposta dall'autorità giudiziaria di Busto Arsizio. Saranno inoltre eseguite sette perquisizioni domiciliari, con venti agenti e due unità cinofile. 

Cocaina dal Messico: il capo del gruppo percepiva il reddito 

L'operazione si è conclusa con il sequestro di oltre 19 chili di cocaina purissima, per un valore al dettaglio stimato pari a 3,2 milioni di euro. L'operazione, ribattezzata "Vida Loca", era iniziata nel 2019, quando le Fiamme Gialle del gruppo di Malpensa arrestarono un passeggero messicano proveniente da Cancun. Il passeggero portava con se nei bagagli ben 9,2 chili di cocaina. In seguito a questo episodio, sono stati scoperti altri gregari, che hanno portato al sequestro di altri 10 chili di cocaina, tra cui 400 grammi di droga individuati nell'addome di un "ovulatore". Oltre a spacciare nelle zone limitrofe all'arresto, i finanzieri hanno scoperto che il gruppo di trafficanti riforniva di droga anche la provincia di Siena, stupefacenti che arrivavano a destinazione anche grazie corrieri inviati con bus di linea. 

Durante le perquisizioni domiciliari, l'unità cinofila ha rinvenuto altri 200 grammi di cocaina, nascosta all'interno di uno pneumatico e di un libro. È stato individuato anche il mittente della droga, un uomo di nazionalità argentina. Attualmente si trova fuori dall'Italia ed è un latitante già ricercato in quanto destinatario di un provvedimento di cattura internazionale, sempre per motivi legato al traffico di stupefacenti. Il dato curioso, è che quest'uomo, è risultato tra coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza. Di conseguenza, l'autorità giudiziaria del tribunale di Busto Arsizio ha attivato la procedura per sospendere l'erogazione del sussidio. Per lui è prevista anche la custodia cautelare e il sequestro preventivo dei suoi conti correnti.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x