Mercoledì, 22 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Migranti, oggi affonda barcone al largo di Lampedusa: Guardia costiera salva 125 profughi

Oggi, giovedì 9 settembre, è affondato un barcone al largo di Lampedusa, a bordo c'erano 125 migranti che sono stati soccorsi dalla Guardia costiera italiana

09 Settembre 2021

Migranti, oggi affonda barcone al largo di Lampedusa: Guardia costiera salva 125 profughi

Fonte: Facebook

Le motovedette della Guardia costiera hanno soccorso all'alba di giovedì 9 settembre 125 migranti nei pressi dell'isola dei Conigli a Lampedusa. I profughi erano bloccati su una scogliera dopo che il loro barcone si era capovolto. Sul posto sono giunte le motovedette CP 324 e CP 319. Tra i migranti soccorsi ci sarebbero anche 49 donne e 20 minori in stato di shock. "Il soccorso – dice la Guarda costiera - è stato particolarmente complesso a causa del mare mosso e della presenza di scogliere affioranti".

E ancora: "Il salvataggio è avvenuto con l'impiego dei soccorritori marittimi (rescue swimmer) che hanno raggiunto via mare la costa e hanno proceduto al recupero di tutti i migranti, che sono stati portati in sicurezza nel porto di Lampedusa, in buone condizioni generali di salute".

Migranti, oggi affonda barcone a Lampedusa: salvati i 125 profughi

Solo poche ore prima, erano arrivati circa 150 i migranti, sbarcati questa volta nel porto di Reggio Calabria dopo essere stati individuati a bordo di un peschereccio intercettato da una motovedetta del reparto operativo aeronavale Guardia di finanza al largo della costa tra Melito Porto Salvo e Bova Marina. L'imbarcazione era probabilmente partita dall'Egitto o dalla Libia orientale. 

I finanzieri hanno scortato verso il porto reggino il barcone. Qui i migranti sono stati sottoposti ai controlli medici e alle prime cure da parte del personale sanitario giunto sul molo. Le attività di soccorso e accoglienza sono state coordinate dalla prefettura di Reggio Calabria. Tra le persone sbarcate, in prevalenza di nazionalità egiziana, ci dovrebbero essere anche diversi minori. Al momento, tuttavia, non si hanno notizie di eventuali scafisti, ma non è escluso che possano essersi confusi tra i migranti e che potrebbero essere identificati dopo che gli investigatori della Guardia di finanza e della Polizia di Stato sentiranno i soggetti trovati a bordo del barcone. La Procura di Reggio Calabria ha avviato un'indagine.

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x