Venerdì, 21 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Morti sul lavoro: operaio e imprenditore 70enne schiacciati da lastra di cemento

Dall'inizio del 2021 l'Inail ha registrato oltre 538 decessi. È polemica: "A quell'età impensabile stare in cantiere"

25 Agosto 2021

Morti sul lavoro: operaio e imprenditore 70enne schiacciati da lastra di cemento

Ancora morti sul lavoro, questa volta in Val d'Aosta, dove un operaio 51enne e un imprenditore 70enne sono stati schiacciati da una lastra di cemento che stavano scaricando da un camion. Il fatto è accaduto a Gressan, non lontano dal capoluogo di provincia Aosta. Sandro Pepellin, ex sindaco di Jovencan e titolare di un’impresa edile, è morto poco dopo l'arrivo all'ospedale di Aosta, mentre Velio Dal Dosso era stato ricoverato in condizioni gravissime. L'incidente è avvenuto nel pomeriggio di ieri, martedì 24 agosto.

Morti sul lavoro, è polemica

In questo ultimo anno il tema delle morti sul lavoro è tornato a riempire le colonne dei giornali, facendo riflettere su quanto sia ancora diffuso il rischio di perdere la vita per mancanza di sistemi di sicurezza o comportamenti errati. per alcuni il titolare dell'impresa edile non avrebbe dovuto trovarsi nelle condizioni di operare in cantiere, avendo già raggiunto la soglia dei 70 anni, età a cui bisognerebbe evitare di sottoporsi a lavori usuranti.

Secondo una prima ricostruzione, l’imprenditore e l'operaio sarebbero rimasti schiacciati da una lastra di cemento che stavano scaricando in un cantiere edile di Gressan. Le vittime, secondo quanto emerso, stavano lavorando all’interno di un cantiere di proprietà della ditta per la costruzione di un b&b. Il cantiere è stato ora posto sotto sequestro, mentre si cerca di risalire alle cause del tragico incidente. 

La lastra di cemento che doveva essere scaricata sul posto si sarebbe sfilata dalle braghe che la tenevano legata ed è scivolata fuori dal mezzo, schiacciando i due uomini. Il peso della lastra era tale da richiedere l'intervento di una gru per estrarre Pepellin e Dal Dosso. "È una tragedia che ci la lasciato tutti sgomenti, ha detto l'attuale sindaco di Jovencan, Riccardo Desaymonet, questo doveva essere il suo ultimo cantiere prima della pensione. Invece, una tragedia. Lui ha dato tanto come amministratore per il paese ed era ben voluto da tutta la comunità".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x