Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vaccini Covid, la follia del sindaco di Varallo: "Vi pago dieci euro se lo fate"

Il primo cittadino le sta tentando tutte per convincere anche i più scettici, e si ispira alle altre nazioni per compensare i cittadini che scelgono il vaccino

12 Agosto 2021

Vaccini Covid, la follia del sindaco di Varallo: "Vi pago dieci euro se lo fate"

Ha deciso di metterci la faccia (e pure il portafoglio) il sindaco di Varallo, piccolo comune piemontese al confine con la Lombardia. Il primo cittadino promette di pagare di tasca propria ogni abitante che decide di farsi vaccinare con la cifra simbolica di dieci euro. Non è uno scherzo: è successo davvero, e lo ha comunicato lui stesso attraverso i suoi canali sociale e il sito del comune. 

Una "follia", quella di Eraldo Botta, che si ispira agli originali e spesso bizzarri tentativi dei Governi di tutto il mondo pur di alzare il numero degli immunizzati con il vaccino contro il Covid9. Proprio nella giornata in cui il ministro alla Salute Roberto Speranza annuncia che già il 70% degli italiani ha ricevuto almeno una dose del siero, ecco che nel comune in provincia di Vercelli sbuca un'altra trovata, questa volta economica, e pure più attraente del Green pass.

Vaccini Covid, la follia del sindaco di Varallo: "Vi pago dieci euro se lo fate"

Il primo cittadino di Varallo, Eraldo Botta, ne ha pensate di tutte: prenota l’appuntamento, mette a disposizione una navetta gratis e regala di tasca proprio un buono da 10 euro da spendere nei negozi del paese. Il sindaco vuole spingere sulle vaccinazioni dei propri concittadini, ed è disposto a tutto, pure a pagare per ogni inoculazione.

"Vi ricordate soltanto un anno fa, dice Botta, quando tutti noi attendevamo con ansia che la scienza ci offrisse una via di uscita tramite il tanto sospirato vaccino? La scienza ha fatto il suo dovere ed è giunta ad offrirci una soluzione, forse non l’unica, ma la migliore che abbiamo". "Ora tocca a noi!", invita il sindaco. "Non credete anche voi sarebbe giusto sfruttare l’occasione? Dobbiamo riprenderci il gusto del futuro, non possiamo tergiversare ancora, la via per uscire dalla pandemia ci è stata indicata e chi ha già deciso di percorrerla, pur rispettando ancora le regole di comportamento, sta affrontando il quotidiano con uno spirito diverso. Io ci credo e da tempo non perdo occasione per sottolineare l’importanza del vaccino".

E agli abitanti del suo paese si rivolge con un annuncio quasi da reclame: "Ecco perché ho pensato di rivolgermi a te, cittadino di Varallo, che ancora non ti sei vaccinato, qualunque età tu abbia dai 12 in su: tu mettici la decisione al resto ci penso io! Quando sarai dotato di green pass, ti offrirò di tasca mia un buono da 10 € da spendere nelle attività cittadine! Come fare? E’ semplicissimo. Manda il tuo nominativo con il codice fiscale e un recapito telefonico al mio numero 329 4357954 o alla mia mail sindaco@comune.varallo.vc.it , prenderò l’appuntamento per te, che in seguito ti verrà comunicato dai servizi dell’ASL e potrai utilizzare anche un servizio navetta gratis per raggiungere il luogo della vaccinazione".

Il primo cittadino si lascia ispirare dalle tante nazioni del mondo che cercano, con ogni mezzo, di convincere anche i più scettici. In Cina si offrono uova e attrezzi da lavoro, in Giappone si finisce per partecipare a una lotteria con in palio auto di lusso. Ma anche lingotti d'oro. Pure il presidente statunitense Joe Biden si è lasciato prendere dal trend, e offre in cambio birra, popcorn ma anche denaro. In Italia, per ora, il caso del sindaco di Varallo sembra l'unico tentativo di "baratto vaccinale", ma le agevolazioni, per esempio sui trasporti, sono la norma in molte regioni dello Stivale.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x