Giovedì, 23 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Zona gialla Sardegna, rischio di nuove restrizioni? Non proprio. È solo allarmismo

Sotto osservazione anche Liguria, Lazio, Sicilia e Toscana, che temono per l'estate del turismo già ampiamente compromessa

04 Agosto 2021

Sardegna

Sardegna mare (foto Pixabay)

Le speculazioni delle ultime ore stanno portando a credere che per la Sardegna e altre regioni d'Italia sia imminente il cambio di colore in zona gialla e l'implementazione di nuove restrizioni. Ma i dati parlano chiaro e non c'è ragione per disperare, l'aumento del rischio è dovuto in gran parte alla trasformazione dei parametri di definizione dell'emergenza per la gestione della pandemia da Covid-19. Sotto osservazione per il numero dei posti in terapia intensiva anche Liguria, Lazio, Sicilia e Toscana.

Zona gialla Sardegna, rischio di nuove restrizioni? Non proprio. È solo allarmismo

Oltre il danno, la beffa. Non solo le regioni d'Italia che più puntano sul turismo dovranno adattarsi alle nuove misure che verranno introdotte nei prossimi giorni riguardo al Green Pass, ora dovranno anche preoccuparsi del cambio di colore come stabilito nell'ultimo decreto Covid. A causa del tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva, nuovo parametro per definire se le Regioni passeranno da bianche a gialle, la Sardegna potrebbe vedere un inasprimento delle misure restrittive. Dati alla mano però, pare che questo rischio non sia così prossimo a verificarsi come alcune testate vorrebbero far credere. A smentire questa possibilità intervengono infatti gli assessori di Turismo e Sanità della regione Sardegna, che rassicurano la popolazione e i turisti interessati a visitare le spiagge più affollate d'Italia dicendo che l'isola è "lontana dal cambio di colore".

Stando alle rilevazioni dell'Agenzia per i servizi sanitari (Agenas), la Sardegna è comunque vicina alla soglia critica del 10%, un aumento vertiginoso rispetto al 1% di metà luglio. Un dato che era stato ampiamente anticipato a causa del dilagare della variante Delta, che nonostante il proseguire a passo spedito della campagna vaccinale sta mettendo nuovamente in discussione la sicurezza di molti paesi. Così come per il green pass obbligatorio, le nuove misure secondo i rinnovati parametri entreranno in vigore il 6 agosto, e la Sardegna dovrà tentare di rimanere sotto la soglia del 10% per continuare a godere delle neo-ritrovate libertà. La Regione conta infatti 196 posti di terapia intensiva, di cui 19 sono attualmente occupati.

Zona gialla Sardegna: quali sono le altre regioni a rischio

Grande allarmismo per davvero poco sembrerebbe, in una situazione già di per sé complicata che vede le regioni lottare duramente per ottenere una ripresa dopo il brutto colpo al settore del turismo. Uno spauracchio, quello della zona gialla, che invece di fornire dati rassicuranti alla popolazione non fa che compromettere la resilienza dimostrata finora dalle Regioni.

Sotto osservazione anche la Liguria, con un tasso di occupazione della terapia intensiva pari al 6%, Lazio e Sicilia con il 5% e la Toscana con il 4%. La condizione delle regioni è resa più complessa dall'alta stagione, che porta un numero maggiore di cittadini per aree che normalmente non necessiterebbero di una terapia intensiva da diversi posti. A livello nazionale l'Italia può comunque stare tranquilla, in quanto in generale il tasso di occupazione è fermo al 5%.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x