Venerdì, 21 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Catania, nascondevano 70 kg di droga nel cimitero: due arresti

É successo a Giarre: arrestati due uomini, uno di 55 e l'altro di 43 anni

02 Agosto 2021

Sono stati rinvenuti ben 71 kg di droga - tra marijuana, hashish e cocaina - a Giarre, un piccolo comune in provincia di Catania, e ad essere davvero insolito è il luogo dove le sostanze stupefacenti venivano nascoste: nel cimitero. L'operazione, che si è svolta nella notte tra domenica 1 e lunedì 2 agosto 2021, è stata messa in atto dai finanzieri del comando provinciale etneo, i quali hanno proceduto al sequestrato delle sostanze e poi all'arresto di due uomini, entrambi siciliani, di 55 e 43 anni.

Catania, nascondevano 70 kg di droga nel cimitero: due arresti

La scoperta della guardia di finanza durante il blitz nel cimitero di Giarre (Catania) è stata davvero sorprendente: 70 kg di droga nascosti tra le tombe dei defunti, i cipressi del cimitero e altri luoghi nascosti sottoterra. In un primo momenti i finanzieri avevano trovato 20 kg di marijuana del tipo "skunk" - e quindi a elevato effetto stupefacente - in alcuni involucri e poi, in un secondo momento, la perquisizione è stata estesa anche ad un deposito del cimitero, dove sono stati rinvenuti altre decine di kg di sostante stupefacenti, tra cui anche hashish e cocaina.

In manette sono finiti due uomini: il custode del cimitero catanese, un 55enne che operava lì con il titolo di volontario, e un altro di 43 anni. Per entrambi i soggetti è scattato subito l’arresto in flagranza di reato, convalidato dal giudice per le indagini preliminari. L'operazione era nata in seguito alla scelta di intensificare i servizi antidroga nella provincia di Catania. Le indagini si erano concentrate principalmente nella zona del cimitero di Giarre, dal quale erano arrivate parecchie segnalazioni anonime.

Le segnalazioni erano in merito a movimenti sospetti, soprattutto in orari notturni, proprio nel cimitero di Giarre. Dopo aver raccolto svariate prove, i finanziari del comando provinciale etneo hanno effettuato l'intervento repressivo che questa notte ha portato al sequestro e anche agli arresti.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x