Domenica, 25 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Voghera, sparatoria in piazza: arrestato l'assessore leghista Massimo Adriatici

Sparatoria a Voghera, in provincia di Pavia: l'assessore della Lega Massimo Adriatici sarebbe il responsabile della morte del 39enne straniero

21 Luglio 2021

Voghera, sparatoria in piazza: arrestato l'assessore leghista Massimo Adriatici

Fonte: Facebook Claudio Masetta Milione

É morto nella notte presso l'ospedale di Voghera, comune in provincia di Pavia, il 39enne di nazionalità straniera che era stato ferito da un colpo di pistola. L'arma del delitto appartiene all'avvocato e assessore alla sicurezza del comune lombardo Massimo Adriatici e la sparatoria era avvenuta ieri sera, martedì 20 luglio 2021, in un bar di Piazza Meardi. Il leghista oggi in mattinata è stato arrestato dai carabinieri.

Voghera, sparatoria: arrestato assessore alla sicurezza del comune

L'uomo deceduto in ospedale aveva avuto una violenta lite con chi ha sparato il colpo di pistola che alla fine si è rivelato mortale. L'arma da fuoco è dell'assessore leghista alla sicurezza del comune di Voghera Massimo Adriatici, il quale ora dovrà rispondere alle gravi accuse. Secondo le prime ricostruzioni degli investigatori, i due avrebbero avuto un acceso litigio verbale e l'avvocato avrebbe sparato un colpo dalla sua pistola, ferendo così gravemente il 39enne. Quest'ultimo era stato portato d'urgenza in Pronto Soccorso in gravi condizioni.

Ora però è arrivata la notizia della morte dello straniero: dopo ore di agonia il 39enne, pluri-pregiudicato, è deceduto in Ospedale. Adriatici deteneva quella pistola regolarmente e ora si trova agli arresti domiciliari. In un'intervista rilasciata alla Provincia Pavese il 29 marzo 2018, l'assessore affermava che "l'uso di un'arma deve essere giustificato da un pericolo reale, per la persona che la usa, per le sue proprietà o quelle altrui. Ma questo non significa farsi giustizia da soli. Ovvero, la legittima difesa si configura se sparo per evitare che qualcuno spari a me, o non ci sono altro mezzi per metterlo in fuga ed evitare che rubi. Sparare deve essere l'extrema ratio, l'ultima possibilità da mettere in atto se non ne esistono altre".

A prendere per primo le difese del leghista è il collega Angelo Ciocca, che dice: "Quanto accaduto a Voghera, in un locale non lontano dal centro, è un chiaro episodio di legittima difesa. Se non fosse stato per un uomo lì presente, assessore leghista, già appartenente alle forze dell'ordine in passato, pronto ad intervenire a difesa di una ragazza molestata da un marocchino, probabilmente ora staremmo parlando di una violenza su una ragazza innocente".

"Certo - prosegue l'eurodeputato Ciocca - la morte di una persona è sempre da scongiurare, ma la dinamica è senza dubbio di legittima difesa e l'augurio è che ancora una volta non si strumentalizzi politicamente quanto accaduto. Potersi difendere è sempre un diritto legittimo".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x