Domenica, 01 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid vaccini, in Italia 1 persona su 2 ha ricevuto due dosi

La campagna vaccinale tocca quota 50,21% tra gli over 12

19 Luglio 2021

Vaccino Covid

Vaccino Covid (fonte foto Lapresse)

Lunedì 19 è un giorno di festa nella lotta contro il Covid per il ministero della Salute italiano: la quota dei vaccini somministrati ha raggiunto la quota promettente del 50,21%: in pratica, in Italia 1 persona su 2 ha ricevuto due dosi e ha quindi concluso il ciclo vaccinale. Questo per quanto riguarda la fascia degli over 12, dove inizia a salire il numero delle fasce più giovani immunizzate con la doppia dose. 

Covid vaccini, in Italia 1 persona su 2 ha ricevuto due dosi

Sono 27.120.766 gli italiani completamente vaccinati, pari al 50,21 % della popolazione sopra i 12 anni d'età. Secondo il sito del Governo italiano, in totale sono 61.543.227 le dosi somministrate, pari al 92,9% di quelle attualmente a disposizione delle regioni. I dati rimangono in costante aggiornamento, e permane l'invito a non abbassare la guardia: per l'immunità di gregge occorre che almeno il 70% della popolazione sia vaccinata completamente, e la somministrazione delle due dosi abbassa - ma non annulla - il rischio di contrarre una forma lieve del coronavirus e di trasmetterla.

Per il ministero della Salute la campagna vaccinale prosegue con "numeri alti e promettenti". Durante la settimana appena trascorsa si è superato il livello di 3,8 milioni di dosi, dato superiore alle due settimane precedenti. Per quanto riguarda i dati su base giornaliera, la somministrazione delle prime dosi continua ad essere inferiore alle 100 mila al giorno (per un totale di oltre 580 mila effettuate complessivamente nella settimana passata) - un dato che per il Governo dovrà aumentare, soprattutto in previsione di una possibile nuova ondata con l'autunno. 

Preoccupa anche l'incidenza della variante delta nei vaccinati, ma i dati sono ancora incerti sull'entità di questa mutazione. Per ora, conferma l'Organizzazione Mondiale della Sanità, scendono le ospedalizzazioni tra i vaccinati che contraggono il Covid19 rispetto ai non vaccinati, così come scendono le probabilità di contagio ad opera di persone che hanno ricevuto una doppia dose. Rimane l'invito a mantenere alta l'attenzione anche tra i vaccinati, soprattutto nei confronti delle categorie più fragili.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x