Sabato, 24 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Green Pass Italia, multe e chiusure per chi non lo fa: batosta in arrivo per ristoratori e clienti

Italia verso il "modello Macron": cinque giorni di chiusura per i gestori e 400 euro per i clienti sprovvisti di certificazione verde

17 Luglio 2021

Green Pass Italia, chi non lo fa? Multe e chiusure: batosta per ristoratori e clienti

Coronavirus, ristoranti vuoti (LaPresse)

Novità sul funzionamento del green pass in Italia: multe per i clienti e chiusure per i locali. L'ennesima batosta che punisce i ristoratori potrebbe essere approvata settimana prossima. Il decreto in fase di discussione infatti potrebbe prevedere il green pass anche per i locali al chiuso

Green Pass Italia, multe e chiusure per chi non lo fa: batosta in arrivo per ristoratori e clienti

Il decreto Covid con le nuove misure di contenimento a cui il governo sta lavorando in questi giorni verrà approvato del Consiglio dei Ministri probabilmente giovedì della prossima settimana, dopo la cabina di regia politica con Mario Draghi di lunedì o martedì. Trapela preoccupazione da parte degli scienziati, del ministero della Salute Speranza e di Palazzo Chigi. I contagi sono fortunatamente al minimo, ma i provvedimenti in arrivo rischiano di pesare ancora sui ristoratori: promettono infatti nuove chiusure in caso di mancato di assenza di green pass. 

Il decreto infatti probabilmente prevederà che per entrare in tutti i luoghi pubblici a rischio assembramento bisognerà avere il green pass, altrimenti scatteranno le multe. Cinque giorni di chiusura per i gestori e 400 euro per i clienti sprovvisti di certificazione verde, ridotti a 260 se la contravvenzione viene pagata entro il quinto giorno. 

Green Pass Italia, multe e chiusure a chi non lo fa: maggioranza spaccata

La maggioranza al governo è spaccata, Matteo Salvini è contrario alla stretta sul "modello Macron" e anche i 5 Stelle sono cauti. Pd e Leu però, con il ministro Roberto Speranza, sono convinti che la nuova fase, con la variante Delta che colpisce duro anche nei Paesi con alto tasso di vaccinazioni effettuate, costringa anche l’Italia a prendere urgentemente provvedimenti. Per il responsabile della Salute l’uso "più largo possibile" del green pass eviterà di richiudere bar, ristoranti, piscine, palestre, stadi, cinema, teatri e tutti quei luoghi dove l’affollamento facilita la diffusione del virus. Vista la possibilità di una quarta ondata, il decreto conterrà anche i nuovi parametri per l’entrata nelle fasce colorate di rischio epidemiologico, in cui oltre all’incidenza di casi, conterranno anche i numeri dei ricoveri in terapia intensiva e nei reparti ospedalieri. A metà agosto, o forse già da fine luglio, scatteranno le prime zone gialle, dove torneranno le mascherine all’aperto obbligatorie e altre restrizioni.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x