Mercoledì, 04 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid, studenti bloccati all'estero: l'odissea dei giovani fermi a Malta e Dubai

Bloccati 300 ragazzi a Dubai, 120 a Malta e 15 in Grecia dopo i focolai registrati durante alcune vacanze-studio

16 Luglio 2021

Covid, studenti bloccati all'estero: l'odissea dei giovani da Malta a Dubai

Coronavirus, viaggi (LaPresse)

Continua l'odissea degli studenti bloccati all'estero a causa del Covid: in centinaia sono rimasti a Malta, Dubai oppure nell'isola greca di Ios in quanto risultati positivi al virus. I ragazzi non si possono muovere e intanto le loro famiglie li attendono a casa. Costretto a intervenire a questo punto è il Ministero degli Esteri che, in seguito alla notizia del "blocco" dei giovani, raccomanda gli italiani a "pianificare i viaggi internazionali con estrema attenzione, contemplando la possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo lontano da casa".

Covid, studenti bloccati all'estero: l'odissea dei giovani fermi a Malta e Dubai

Al momento sono oltre 300 gli studenti bloccati a Dubai: si trovavano lì per una vacanza-studio messa a disposizione dall'Inps in collaborazione con l'Accademia Britannica. I casi di positività al Covid all'inizio erano solo 11, ma nel giro di qualche giorno sono saliti a 200. I giovani sono tutti sotto stretto controllo medico: una task force di medici e paramedici è stata mandata dal Consolato italiano per assisterli. Nessuno di loro però, fortunatamente, risulta grave.

Bloccati anche altri 120 ragazzi a Malta, costretti alla quarantena dopo i contatti con soggetti positivi presso un Covid-hotel. La situazione è analoga a quella degli Emirati Arabi, anche se i genitori dei ragazzi hanno denunciato l'assenza di "un'adeguata assistenza sanitaria". A questo proposito infatti la senatrice di Italia Viva Laura Garavini ha spinto il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio a muoversi per risolvere la questione.

Fermi infine altri 15 neo-maturati veneziani in Grecia, sull'isola di Ios. I giovani si erano recati in viaggio di maturità per festeggiare insieme la fine del liceo e sarebbero dovuti tornare martedì 13 luglio. Tra loro però, qualche giorno prima del rientro, un giovane ha accusato i primi sintomi del Covid ed è scattato subito l'allarme. I 15 ragazzi si sono sottoposti al tampone e 5 sono risultati positivi. Al momento però anche gli altri 10, seppur negativi, sono costretti a osservare il consueto periodo di quarantena. Non si sa quando potranno rientrare in patria.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x