Domenica, 25 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Merce contraffatta a Roma: chiusa la boutique del falso dei vip, chi sono i clienti

Un giro d'affari da capogiro quello di una 50enne che aveva tra i suoi clienti anche tanti nomi del mondo dello spettacolo

15 Luglio 2021

Merce contraffatta a Roma: chiusa la boutique del falso dei vip, chi sono i clienti

La merce contraffatta a Roma finisce anche nel carrello dei vip. È quanto emerge dalle indagini della Guardia di Finanza intorno a un giro d'affari da capogiro: ben 850 mila euro. In meno di tre anni la 50enne accusata di vendite illecite avrebbe fatto cassa grazie ai vip che da lei acquistavano borse e altra merce delle griffe più note.

Tanti i frequentatori e le frequentatrici della boutique del falso, dove si vendevano le repliche contraffatte di prodotti Gucci, Fendi, Hermes, Chanel, Bottega Veneta e Balenciaga. La Gdf ha inoltre sequestrato diversi campionari e un brogliaccio in cui erano annotati oltre ai nomi dei clienti anche gli importi degli incassi, che oscillavano tra i 500 ed i 2000 euro al pezzo.

Merce contraffatta a Roma: chiusa la boutique del falso dei vip, chi sono i clienti

Il controllo della Guardia di Finanza era avvenuto nel novembre 2020, mentre ulteriori accertamenti, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno permesso di confermare ’omessa dichiarazione al Fisco dei proventi dell’attività illecita. La donna ora dovrà rispondere ai reati di evasione fiscale e contraffazione.

Le vendite avvenivano nell'appartamento della donna in Corso Francia, a Roma. Il giro dei clienti era quello del mondo dello spettacolo e dei frequentatori dei circoli sportivi di Roma Nord. Nell'elenco, conservato dalla donna nella sua abitazione, tanti nomi notidel mondo dello spettacolo o vicini ai vip. Tra questi ci sono anche l’attrice Michela Quattrociocche, ex moglie del calciatore Alberto Aquilani, la presentatrice tv Teodora Rutigliano, e la parrucchiera di Ilary Blasi.

Messi i sigilli all’ingresso, le Fiamme Gialle avevano denunciato la donna con l’accusa di detenzione di merce contraffatta e ricettazione. Gli acquirenti sono stati poi multati per incauto acquisto di merce contraffatta dai finanzieri del comando provinciale di Roma. Le sanzioni si aggirano intorno ai 1500 euro, che diventano 300 euro con misura ridotta.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x