Domenica, 25 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Michele Colosio, chi è il volontario ucciso in Messico: il sogno di costruire scuole

Michele Colosio, 42 anni, è stato ucciso nella notte dell'11 luglio 2021 in Messico: ecco chi era il volontario bresciano che aveva lasciato tutti per andare ad aiutare i bimbi più poveri

13 Luglio 2021

Messico, ucciso volontario bresciano con 4 colpi di pistola: è giallo

Michele Colosio (Fonte Facebook Despertar ciudadano San Cristobal)

É stato ucciso con 4 colpi di pistola nella notte dell'11 luglio 2021 Michele Colosio, 42enne volontario che da anni aveva lasciato la sua città natale Borgosatollo (in provincia di Brescia) per dedicarsi ad attività di cooperazione in Messico e nei paesi più poveri dell'America Latina. Ecco chi è, o meglio chi era, Colosio: dall'addio al suo lavoro di tecnico in Italia, alla costruzione di un piccolo podere dove allevava animali da cortile fino al suo grande sogno di costruire scuole accessibili ai bambini più poveri del quartiere. Altruismo, bontà e solidarietà sono le tre parole che sembrano descrivere al meglio il nostro connazionale.  

Michele Colosio, chi è il volontario ucciso in Messico: il sogno di costruire scuole

Chi è allora Michele Colosio, l'italiano ucciso in Messico? Volontario di 42 anni, Colosio ormai da dieci anni faceva avanti e indietro da Borgosatollo, dove vive la sua famiglia, e San Cristobal de Las Casas, località nella regione del Chiapas dove l'uomo si era costruito un'altra vita. Ogni giorno il volontario si dedicava ad attività di cooperazione e volontariato e secondo molti era impossibile non volergli bene. Dall'animo buono e altruista, Michele sognava di aiutare i bambini più poveri del quartiere in cui viveva e lavorava. Il suo obiettivo era costruire scuole accessibili a tutti in modo tale da combattere ignoranza, povertà e criminalità che dilagavano nella zona.

Ex tecnico di radiologia presso gli Spedali civili di Brescia, Michele Colosio aveva lasciato il suo lavoro per seguire la sua vera vocazione: aiutare gli altri. Ma l'amore per l'Italia non era mai svanito, anzi chi lo conosceva dice che era sempre molto legato alla famiglia e alla sua patria. Infatti, in base a quanto emerge dalle prime ricostruzioni sul suo omicidio, Colosio sarebbe stato ucciso poco dopo aver festeggiato la vittoria degli azzurri agli Europei di calcio 2021.

Michele Colosio ucciso in Messico: ricostruzione e ipotesi sul movente

É però ancora giallo sulla sua morte. Le forze dell'ordine messicane riferiscono che Michele Colosio sia stato freddato da 4 colpi di pistola sparati da un uomo con il volto coperto a bordo di una motocicletta in corso attorno allle 22 (ora locale) di lunedì 11 luglio 2021. Al momento due sono le ipotesi sul movente del delitto: potrebbe trattarsi di una rapina finita male oppure l'idea più accreditata è che le attività cooperative del 42enne avessero infastidito alcuni uomini della malavita locale. Colosio infatti voleva combatterla, partendo proprio all'accesso all'istruzione dei bambini. Gestiva inoltre un piccolo podere dove amava allevare animali da cortile. 

I quotidiani locali dicono invece che il bresciano sia caduto vittima "di una delle tante aggressioni che si verificano quotidianamente nel Pueblo Mágico de San Cristóbal città in balia di tanti gruppi armati (criminalità comune, criminalità organizzata, narcotrafficanti, gruppi di scontri e paramilitari, sicari in uniformi, ecc) che agiscono grazie all'occhio cieco di tutti i governi e alla corruzione di tutte le forze di polizia”, come rivelano Revista Poderes e AZMedios. Gli investigatori - sia italiani che messicani - stanno in queste ore passando al vaglio gli ultimi momenti di vita di Colosio e, stando alle ultime indiscrezioni, la pista che starebbero seguendo in Italia sarebbe quella dell'omicidio mirato proprio colpire un volontario che come unica colpa aveva la "convinzione che fosse necessario aiutare tutti, senza distinzione di lingue e colori di pelle". 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x