Sabato, 24 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vaccino J&J sindrome rara Guillain-Barré: che cos'é e perché per gli Usa è allarme

La Food and Drug Administration americana avverte sulle reazioni avverse del vaccino monodose. Ecco cosa sappiamo sulla sindrome rintracciata nei vaccinati J&J

13 Luglio 2021

J&J sindrome rara Guillain-Barré: che cos'é e perché per gli Usa è allarme

Fonte: lapresse.it

Il vaccino J&J sale di nuovo agli onori della cronaca dopo che le autorità sanitarie Usa hanno denunciato un incremento di casi della sindrome rara Guillain-Barré (Gbs). Secondo quanto denunciato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti la Gbs, un disturbo in cui il sistema immunitario attacca i nervi, sarebbbe una complicazione del vaccino monodose.

L'incidenza della sindrome è molto rara, e si è verificata ancora con alter infezioni e vaccini diversi nel passato, tra cui il vaccino antinfluenzale annuale e il vaccino pneumococcico. Nella sindrome Gbs il sistema immunitario attacca accidentalmente le particelle all'interno del vaccino e finisce per attaccare anche il sistema nervoso, causando un'improvvisa comparsa di formicolio e intorpidimento.

Vaccino J&J sindrome rara Guillain-Barré: che cos'é e perché per gli Usa bisogna fare attenzione

"È un processo ben noto nel mondo medico, ed è estremamente raro che accada dopo l'inoculazione di un vaccino", ha raccontato Sharon Stoll, immunoneurologa di Yale Medicine. "È molto più comune contrarre la Gbs dopo aver contratto un virus". Non esistono ancora dati sufficientemente importanti da denunciare un rischio elevato nella popolazione, e le ricerche sono ancora in corso. I casi di sindrome di Guillain-Barre a seguito del vaccino Johnson & Johnson rimangono estremamente rari, ma per tutelare la salute dei cittadini le autorità sanitarie statunitensi iniziano ad avvertire anche su questo tipo di rischi.

Negli Usa ci sono state 100 segnalazioni di Gbs sui 12,8 milioni di dosi di J&J somministrate. In pratica, un numero molto basso per lanciare l'allarme. La reazione al vaccino si è verificata principalmente negli uomini di età pari o superiore a 50 anni, circa due settimane dopo la vaccinazione. Secondo quanto riportato dallo studio clinico Johnson & Johnson, due pazienti hanno sviluppato la Gbs due settimane dopo aver ricevuto un'iniezione. Uno dei pazienti aveva ricevuto l'iniezione di placebo e l'altro aveva ricevuto il vaccino. Quello studio ha concluso che non c'erano dati sufficienti per stabilire una relazione causale tra la dose del vaccino e la rara sindrome. Ma ora che 100 persone (su milioni) hanno sviluppato la Gbs dopo la vaccinazione, gli scienziati stanno esaminando più da vicino il collegamento.

Vaccino J&J sindrome rara Guillain-Barré: che cos'é e sintomi

"Sembra che questo sia un evento estremamente raro e il rapporto rischio-beneficio favorisce ancora fortemente il vaccino", ha affermato Amesh Adalja, ricercatore presso il Centro per la sicurezza sanitaria della Johns Hopkins University ed esperto di malattie infettive. "Se hai avuto esperienza di GBS in passato, gli esperti di salute suggeriscono di parlare con il tuo medico e, se necessario, considerare di optare per uno dei vaccini a Rna messaggero (mRNA) se non hai già ricevuto il vaccino. Ci sono molte ottime opzioni disponibili che possono proteggerti in sicurezza contro il Covid19 e i danni che provoca".
 
La Gbs è una reazione rara in cui il sistema immunitario va un in tilt e attacca il sistema nervoso. Quando si verifica dopo la vaccinazione, il sistema immunitario rincorre le particelle del vaccino (in particolare, il vettore) e finisce per attaccare i nervi, causando debolezza e formicolio alle estremità. Il formicolio si diffonde rapidamente verso l'alto, dai piedi alle cosce fino all'inguine. In casi molto rari, alla fine può causare la paralisi. Gli esperti però puntualizzano: "Accade anche con il vaccino antinfluenzale ogni anno, insieme al vaccino pneumococcico. È un effetto collaterale molto, molto raro, ma può accadere". La Gbs sembra essere ancora più rara con il vaccino J&J rispetto ad altri vaccini come il vaccino antinfluenzale.

E infine una buona notizia: la Gbs può essere trattata nella maggior parte dei casi. Il recupero, di solito, è regolare. La sindrome viene trattata con il ricovero, durante il quale i pazienti ricevono un'infusione di immunoglobuline, che aiuta a stabilizzare il sistema immunitario. "La maggior parte delle persone, ma non tutte, si riprenderà completamente dalla debolezza in un periodo di qualche mese", ha detto Adalja. Secondo la Mayo Clinic, dal 60 all'80% delle persone può camminare entro i sei mesi, mentre il tasso di mortalità è compreso tra il 4 e il 7%. 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x