Mercoledì, 04 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Isis minaccia Di Maio: "Nemico dello Stato islamico". Messaggi di solidarietà dai politici

Un articolo diffuso dai media legati al movimento prende di mira l'Italia e il suo ministro degli Affari Esteri. Arrivano intanto messaggi di solidarietà dei politici: da Draghi a Letta fino a Meloni

10 Luglio 2021

Terrorismo, Isis minaccia Italia: "Luigi Di Maio nemico dello Stato islamico"

Fonte: Facebook profilo Di Maio

L'ombra del terrorismo arriva anche sull'Italia. In un articolo uscito sui media dell'Isis, lo Stato Islamico minaccia il Paese e il suo ministero degli Affari Esteri, non senza fare il nome del ministro Luigi Di Maio. L'intervento è avvenuto dopo che Di Maio ha copresieduto per la prima volta a Roma a riunione ministeriale della coalizione anti Daesh con il segretario di Stato americano Antony Blinken.

Terrorismo, Isis minaccia Italia: "Luigi Di Maio nemico dello Stato islamico"

Nella giornata di giovedì 8 luglio il settimanale dell'Isis al Naba ha pubblicato un articolo di minacce nei confronti dell'Italia e del ministro degli Esteri, notizia resa nota dal Ministero solo poche ore fa. Nell'articolo si legge: "Il dossier più pesante e importante sul tavolo dell’alleanza dei crociati a Roma è l’Africa e la regione del Sahel. Il ministro degli Esteri italiano ha ammesso che non basta combattere lo stato islamico in Iraq e Siria, ma bisogna guardare altre regioni in cui è presente, sostenendo che l’espansione dello stato islamico in Africa e nel Sahel desta preoccupazione e proteggere le coste europee significa proteggere l’Europa".

A scatenare l'attacco verbale è soprattutto il pieno appoggio alle politiche Statunitensi nell'area del Medio Oriente, oltre che la rinata alleanza che ha visto Di Maio e Blinken lavorare insieme durante la settimana del 5 luglio. Nel pezzo sul giornale dello Stato Islamico si legge: "Non è un caso che i crociati e i loro alleati si incontrino nella Roma dello stato cristiano e non c'è dubbio che i timori di Roma siano giustificati, poiché è ancora nella lista dei principali bersagli dei mujahidin."

Forte quindi le premesse diffuse dai media legati allo Stato Islamico, che sono un punto di riferimento per la comunità estremista legata anche agli attentati in Europa. La pagina continua: "I mujahidin dell'Isis stanno ancora aspettando il compimento della promessa di Dio onnipotente nei loro confronti: questa è Dabiq, questa è Ghouta, questa è Gerusalemme e quella è Roma e noi vi entreremo senza false promesse".

Isis minaccia Italia: gli ultimi lavori sul piano anti-terrorismo

In primo piano nel lavoro contro il terrorismo del ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio è emersa la collaborazione con gli Stati Uniti. Il politico durante gli incontri del meccanismo anti-Daesh aveva spiegato che "presiedendo insieme al Segretario di Stato americano la coalizione a Roma abbiamo deciso di focalizzare l’azione di lotta al terrorismo anche in alcune aree dell’Africa". Un intervento che, secondo il ministro, "significa garantire lotta alle cellule terroristiche, diminuire i flussi migratori e fermare i trafficanti di uomini perché dalla sicurezza di aree dell’Africa come il Sael dipende la sicurezza dell’Europa e dell’Italia, da lì passano le principali rotte migratorie".

Isis minaccia Di Maio, la solidarietà dei politici: da Draghi a Meloni

A poche ore dalla minaccia a Di Maio, arrivano i messaggi di solidarietà dai vertici politici. "Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, esprime pieno sostegno e profonda solidarietà al Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. La conferenza anti Daesh da lui presieduta è stata un successo. Il Governo resta impegnato nel contrasto al terrorismo", sottolinea Draghi.

Anche Enrico Letta commenta: "Il Partito Democratico esprime solidarietà al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, oggetto di intimidazioni e minacce intollerabili da parte dell'Isis. A lui va la mia personale vicinanza e quella dell'intera comunità democratica unita nella lotta al terrorismo e alla violenza jihadista".

"L'impegno centrale del nostro Paese nella lotta al terrorismo dell'Isis è un punto saldo e indiscutibile. Solidarietà al ministro Luigi Di Maio per le minacce subite", scrive invece su Twitter il presidente della Camera Roberto Fico.

Solidarietà a Luigi Di Maio anche da parte di Matteo Salvini che commenta: "Ci impegneremo ancora di più affinché l'Isis e l'estremismo islamico vengano sradicati una volta per tutte". "La mia totale solidarietà al Ministro degli Esteri Luigi di Maio per le minacce ricevute dall'Isis. Si faccia sentire forte la voce di tutto il Governo italiano contro chi minaccia l'Italia e i suoi rappresentanti", dice sempre su Twitter la leader Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x