Mercoledì, 04 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Maxi focolaio a Malta, 70 minorenni bloccati nel paese: si può andare in vacanza?

Un cluster di contagi di Covid19, compresa la variante Delta, inizia a preoccupare le autorità locali. Bloccati soprattutto i giovanissimi che stanno trascorrendo le vacanze sull'isola

10 Luglio 2021

maxi focolaio vacanza

Fonte: lapresse.it

Un maxi focolaio di Covid19 esploso a Malta ha portato alla quarantena di 70 italiani, che ora si trovano bloccati nel paese. Cresce la preoccupazione dei contagi, soprattutto della variante Delta, ed emerge quindi un nuovo interrogativo: si può andare in vacanza? Le comitive di teenager italiani e europei arrivate nell'isola dopo l'apertura di inizio giugno hanno riportato vita tra le strade, ma anche fatto riesplodere i contagi nel Paese col più alto tasso al mondo di residenti completamente vaccinati. Ci dobbiamo aspettare un nuovo freno dalle autorità?

Secondo quanto riportato dalle autorità locali, il 90% dei 252 casi rilevati nel cluster (di cui soli tre ricoverati) riguarda giovani stranieri entrati nel paese con un test molecolare negativo. Molti di loro sono arrivati per partecipare ai corsi di lingua nell’arcipelago, provocando 9 focolai in altrettante scuole d’inglese. Tra loro ci sono anche 21 italiani under 18, risultati positivi e messi in quarantena con i loro compagni di viaggio. Ora in tutto sono circa 70, quindi, i minorenni impossibilitati a rientrare nel proprio paese.

Maxi focolaio a Malta, 70 minorenni bloccati nel paese: si potrà andare in vacanza?

Malta fino a oggi ha potuto vantare un record nel raggiungimento dell'immunità di gregge. La quasi totalità della popolazione è infatti immunizzata grazie alla rapida campagna vaccinale portata avanti nel paese, ma l'ingresso dei turisti ha iniziato a generare preoccupazioni anche tra le fila del Governo, che solo pochi giorni fa si diceva entusiasta dei risultati ottenuti.

Secondo quanto riportato dal nostro ministero degli Affari Esteri, la probabilità è che ora verranno interrotti i corsi di lingua inglese offerti dalle scuole dell'isola, onde evitare l'arrivo di giovani non vaccinati nel paese. Nel comunicato diffuso dall'Ambasciata italiana a La Valletta si legge, infatti: "L’Ambasciata, in raccordo con le competenti Autorità maltesi, sta seguendo i casi nei quali sono coinvolti cittadini italiani. Il Personale della Sede, compatibilmente con le restrizioni di carattere sanitario, si sta recando presso le Strutture dove sono ospitati i gruppi più numerosi di connazionali, per assicurare che il trattamento risponda agli standard concordati in occasione dell’acquisto del pacchetto. Dal 14 luglio prossimo con ogni probabilità saranno sospesi i corsi di lingua inglese nell’Arcipelago."

Al momento ancora nessuna precisazione su viaggi di altro genere, ma rimane la prescrizione per cui valgono massima attenzione e Green pass. Ancora aperta la questione, ma potremmo aspettarci delle modifiche alle restrizioni ai viaggi anche nei prossimi giorni non appena sarà più chiara l'entità dei contagi locali. Puntualizza l'Ambasciata italiana a Malta: "Considerata l’evolversi della situazione epidemiologica in Europa e nel mondo, si raccomanda adeguata prudenza nella pianificazione e nello svolgimento di viaggi all’estero. Si fa altresì presente che, stante la difficoltà di prevedere l’andamento ulteriore della pandemia, sono ipotizzabili future ulteriori restrizioni agli spostamenti da/per le isole maltesi."

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x