Martedì, 03 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Riforme: sì definitivo del Senato a voto 18enni

Oggi la conferma: adesso anche i 18enni potranno votare entrambe le Camere

08 Luglio 2021

Riforme: sì definitivo del Senato a voto 18enni

Fonte: lapresse.it

Novità sul piano riforme elettorali: è arrivato oggi giovedì 8 luglio il sì definitivo del Senato al voto per i 18enni. Ora i giovani non dovranno attendere i 25 anni per votare entrambe le Camere, ma viene loro concesso il diritto di votare anche i Senatori con la maggiore età. Il provvedimento, alla quarta lettura conforme con la Camera, ha avuto 178 sì, 15 no e 30 astenuti ed è stato quindi approvato in via definitiva. 

Portato ieri all'Aula del Senato la discussione in seconda lettura della riforma costituzionale che attribuisce ai 18enni il voto per eleggere il Senato, oggi riservato a chi ha compiuto i 25 anni. Con il sì dell'Aula di Palazzo Madama questa riforma sarà approvata definitivamente dal Parlamento. Non essendo stata approvata dai due terzi il 9 giugno scorso alla Camera, prima della promulgazione occorrerà attendere 3 mesi, durante i quali potrebbe essere chiesto il referendum confermativo. 

Riforme: sì definitivo del Senato a voto 18enni, il 48% degli elettori è favorevole

La proposta aveva già trovato favorevole il 48% della popolazione, secondo un sondaggio di Euromedia Research, ma che divide l’elettorato. Se da una parte, gli elettori di centrosinistra con Movimento 5 Stelle (61,5%) e l’aggiunta di quelli di Forza Italia (72,8%) si dichiarano favorevoli a questa estensione, dall’altra, la restante parte del centrodestra si dichiara prevalentemente contraria.


In quell'occasione si era tornati a parlare, come ipotesi, anche della totale abolizione del Senato, superando, di fatto, il bicameralismo perfetto. Ipotesi, questa, che trova ancora più condivisione tra i cittadini e, a differenza del voto ai diciottenni, raccoglie un’approvazione trasversale tra tutto l’elettorato (58,8%). Gli unici a mostrare una certa reticenza risultano essere gli elettori dei partiti minori di centrodestra.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x