Giovedì, 05 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Imen Jane, scandalo storia Instagram e la rabbia degli influencer: "Morale classista"

Sui social l'influencer e un'amica avevano criticato la cameriera. Le reazioni del web: "Falsa laureata che dà lezioni di vita"

05 Luglio 2021

Imen Jane, scandalo storia Instagram e la rabbia degli influencer: "Morale classista"

Imen Jane è finita ancora nell’occhio del ciclone dei social, con il suo nome che riappare al primo posto della classifica sui trend topic di Twitter all’ora di pranzo di domenica 4 luglio. Imen Boulahrajan, 26 anni e di origini marocchine, è una nota influencer, diventata una star sul web grazie alle sue spiegazioni "semplici" di concetti di economia, politica e società complessi, ma caduta in disgrazia dopo che lo scorso anno Dagospia l'aveva smascherata rivelando che la giovane in realtà non avesse nessuna laurea in economia, come invece vantava sul web.

Oggi la Jen è tornata alla ribalta dopo che in una storia Instagram lei e un'amica muovevano una critica contro la cameriera del lido siciliano, dove si trovano in vacanza. "Qui mentre Francesca Mapelli racconta al proprietario del lido come ci sia rimasta male oggi quando una commessa non le ha saputo raccontare la storia del negozio. La ragazza ha risposto dicendo di non essere pagata abbastanza per informarsi. A quel punto Mape le ha detto che se si fosse informata abbastanza avrebbe potuto avere l’occasione di essere pagata tre volte tanto come guida turistica", ha scritto sul suo profilo Instagram.

E ha allegato anche un video in cui si vede la Mapelli che dice: "Invece di tre euro all’ora te ne prendi trenta a fare la guida per Palermo a noi milanesi rompicog***ni". La Jane e l’amica, che si battono il cinque dopo la frase al proprietario dello stabilimento balneare, dimenticano che non ci si può improvvisare guida turistica e i social non le hanno perdonate.

Imen Jane, scandalo storia Instagram e la rabbia del web: "Dice di studiare e lavorare sodo, nemmeno ha la laurea"

L'influencer ha cercato di eliminare subito la storia, ma la reazione del web è stata ancora più veloce. Imen Jane è stata letteralmente travolta da una valanga di critiche, tanto da parte di giovani che empatizzano con la cameriera insultata, che da nomi noti dello spettacolo. L'accusa è una: "morale classista".

"Eccole le influencer coccolate dal mainstream: quelle del disprezzo per chi lavora, per chi è umile, che la colpa è sempre dei lavoratori se sono sfruttati. Le risatine, il batti cinque.. profondo disgusto, scrivono alcuni. "Imen Jane coi suoi amici a Palermo che dicono alle commesse di studiare di più, che se la ridono se usano inglesismi con i palermitani io sto pensando cose bruttissime ma non le scriverò", aggiungono altri. "L’altra cosa comica è l’amica che dice 'se studi, ti pagano 3 volte tanto' quando letteralmente Imen Jane non ha neanche la triennale in economia e discute con il Ministro della PA sul futuro dei giovani." E continuano: "Imen Jane che consiglia di studiare. Niente, fa già ridere così". 

Scandalo storia Instagram, anche gli influencer contro Imen Jane: "Basta con la storia 'se vuoi puoi'"

Non ci è voluto molto perché anche influencer seguitissimi sui social abbiano deciso di esprimere la loro opinione. A prevalere è la preoccupazione che Imen Jane abbia tantissimi follower, e questo le permetta di mandare messaggi distorti anche ai più giovani. Tra i personaggi di spicco arriva l'accusa di Djarah Kan, che scrive: "No, carissime. Non è colpa della ragazza se viene sfruttata". E continua: "Avreste dovuto magari chiedere alla ragazza quanto prende per correre tutte quelle ore tra i tavoli. E chiederle scusa. La risposta che avete dato a questa ragazza mi ricorda i bulletti che a scuola mi dicevano 'se non hai lo zaino Nike è perché tua mamma non lavora in banca come la mia'. E questo non è solo questione di motivazione e impegno, basta con questa morale"

Altri fanno invece notare: "Le date troppa visibilità. Avrà anche perso 5mila follower, ma ne ha in totale 350mila. Tutte persone che continuano a seguirla nonostante la sua ignoranza, ben celata dall'apparenza sui social." 

Chi è Imen Jane

Imen Jane è una ragazza di origine marocchina nata a Varese 25 anni fa. Su Instagram la sua bio diceva che è una "economista che non sa risparmiare", "finita su Forbes under 30 per caso", con un obiettivo: "Raccontare l’economia politica in 15 secondi". Una divulgatrice insomma, che ha scelto lo strumento delle Stories per arrivare ai suoi coetanei e alle generazioni più giovani. Vive a Milano. Oltre a raccontare l’economia sul suo profilo Instagram, Insieme allo startupper Alessandro Tommasi, Imen Jane ha anche fondato Will Ita, uno "spazio per i curiosi del mondo", "per capire ciò che ci circonda (e fare un figurone a cena)". Così dice la descrizione della pagina sul social. Anche qui, divulgazione più che altro economica. 

Imen Jane si è costruita un profilo invidiabile, in apparenza. È seguitissima da giovani e non. Sa arrivare al suo pubblico con facili semplificazioni da poche manciate di secondi per divulgare qualche pillola di economia. Imen Jane diceva a tutte le interviste di essersi laureata nel 2017 in Economia e amministrazione d’impresa all’università Bocconi. E ancora lo stesso dato appare nella visura camerale - le informazioni anagrafiche, giuridiche ed economiche depositate nelle camere di Commercio, dell’Industria o dell’Artigianato - per la creazione di Will Italia, l’azienda fondata con Alessandro Tommasi. 

Il 15 giugno Dagospia scrive che in realtà l’influencer non ha mai concluso il percorso di studi. E deriva da una sua mezza risposta a una domanda durante un evento di Goldman Sachs: tra gli spettatori qualcuno chiede a Iman Jane in che facoltà si è laureata dopo che l’influencer ha utilizzato termine non proprio tecnici. Nessuna risposta. Dagospia ha chiesto allora delucidazioni direttamente all’università Bicocca. E poi arriva la (mezza) ammissione della stessa ragazza. Che sempre nelle sue Stories su Instagram racconta ai suoi follower: «Gli ultimi mesi sono stati pesantissimi. Tutto questo implica tempo e risorse che mi hanno portato a tralasciare gli studi. che poche settimane fa ho deciso di riprendere perché mi sento di dover chiudere un ciclo». E poi aggiunge: "Il progetto di vita di ognuno di noi è personalissimo non esistono linee rette. Ognuno si sceglie quello che è il suo ritmo". Intanto sul suo profilo Instagram è scomparsa la definizione di 'economista'.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x