Sabato, 12 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Roma, cade dal Ponte Garibaldi per un selfie: turista napoletano in condizioni disperate

L'uomo, Dario Dessi, informatore 31enne di una nota famiglia di Pomigliano D'Arco, è precipitato per venti metri: gravissime le sue condizioni è in coma farmacologico

17 Maggio 2021

Roma, cade dal Ponte Garibaldi per un selfie: turista napoletano in condizioni disperate

Una caduta di 20 metri dal ponte Garibaldi a Roma, tutto per un selfie. Un turista napoletano, Dario Dessi è in condizioni disperate dopo essere precipitato dal parapetto tra l’isola Tiberina ed il Lungotevere. Sarebbe caduto dal ponte nel tentativo di scattare una foto ricordo.

Roma, turista precipita dal ponte per un selfie

Trasportato in ambulanza, il giovane informatore scientifico di 31 anni, è in condizioni disperate: i medici del San Camillo hanno fermato una grave emorragia, politraumatizzato ha un trauma cranico, fratture multiple ma, fortunatamente, non alla spina dorsale, ed attualmente è in coma farmacologico ed in prognosi riservata nel reparto di Terapia Intensiva.

Il ragazzo è il fratello del giudice Honorè Dessi del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. La ricostruzione di quanto accaduto è stata fatta dagli agenti del distretto di Trevi. Sono le 20.30 di sabato sera Dario e gli amici sono in giro per Roma. “Dovevamo andare a mangiare in un ristorante vicino”, raccontano gli amici, ancora sconvolti per l'accaduto. Dario chiede di fare una foto, salta sul muretto ma la spinta è troppo forte ed in un secondo precipita. “Non abbiamo potuto fare nulla, è successo tutto in una frazione di secondo” hanno spiegato i tre amici, unici testimoni di quanto successo.  

Ora i medici stanno cercando di capire se il ragazzo, figlio di una nota e stimata famiglia di Pomigliano D’Arco, avesse assunto sostanze di qualche genere. Gli investigatori stanno vagliando le immagini delle telecamere nelle vicinanze e le foto scattate con gli smartphone dei quattro turisti. Secondo quanto riferito, Dario voleva postare una foto per una «storia» su Instagram, un selfie da un luogo suggestivo. Poi il dramma.

Roma precipita dal ponte per un selfie, non è la prima tragedia: nel 2016 sotto il Garibaldi perse la vita lo studente Beau Solomon

Non è il primo dramma consumatosi sul ponte Garibaldi. Il 30 giugno 2016 perse la vita Beau Solomon, 19enne studente statunitense della John Cabot University. Il ragazzo reagì ad un tentativo di furto ad opera di un gruppo di punkabbestia guidati da Massimo Galioto, che lo picchiarono e lo buttarono nel Tevere, dove morì annegato. Galioto venne assolto, anche se i dubbi sulla sua colpevolezza restano, ma verrà poi condannato per un altro omicidio derivante da un pestaggio.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti