Lunedì, 18 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Previsioni meteo, arriva il caldo, ma dal 26 aprile cambia tutto e l'Italia si divide in due

Le temperature sfioreranno i 30°C: ecco dove esplode il caldo e quando. Dal 26 aprile cambia tutto

24 Aprile 2021

Previsioni meteo, arriva il caldo, ma dal 26 aprile cambia tutto e l'Italia si divide in due

Ecco le ultime previsioni meteo dell'Italia, dal 26 aprile 2021 cambia tutto: esplode il caldo, ma il Paese di divide in due. La prossima settimana inizierà subito con tanta pioggia, specie al Nord. Discorso diverso sul resto del Paese, quasi opposto anzi al Sud, dove farà tanto caldo con temperature massime pronte a sfiorare i 30°C.

La Festa della Liberazione sarà senza piogge, fa sapere il sito www.ilmeteo.it - con tanto sole e caldo quasi estivo. Le temperature sono previste in aumento fino a 26°C su alcune regioni. Tutto ciò però avrà vita breve, infatti già da lunedì 26 le cose cambieranno.

Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che domenica 25 aprile il tempo sarà bello, soleggiato e anche caldo su tutto il Paese. I valori termici massimi toccheranno i 23-24°C sulla Pianura Padana in città come Torino, Bologna e Padova; 24°C a Firenze e Roma, fino a 26°C invece nelle zone interne della Sardegna. Qualche grado in meno si registrerà invece al Sud.

Questa pausa dal sapore quasi estivo non durerà a lungo: da lunedì prossimo infatti riprenderà vigore il flusso perturbato atlantico, pronto a inviare una serie di perturbazioni che avranno come bersaglio il Nord e parte delle regioni centrali. Il Sud invece sarà protetto dall'anticiclone africano che favorirà, oltre al bel tempo, anche un forte aumento termico con valori massimi che potrebbero superare addirittura i 30°C. Tutt'altro discorso invece al Nord dove le perturbazioni faranno crollare le temperature anche di 6-7°C.

Previsioni meteo, dal 26 aprile cambia tutto: Italia divisa in due

Quest'anno - spiega www.ilmeteo.it - la primavera ci sta facendo vedere il suo lato più capriccioso, ovvero quello più variabile, caratterizzato da frequenti cambi del tempo, con il rapido passaggio da un tiepido sole a improvvisi acquazzoni e, addirittura, a temperature piuttosto fredde. Cosa del tutto normale in questa fase stagionale, niente di straordinario, anche se negli ultimi anni ci eravamo abituati fin troppo bene, con estati sempre più precoci (aprile 2020 è stato uno dei più caldi di sempre)".

"Ebbene, dopo un illusorio weekend che ci farà assaporare profumi quasi estivi, ma che si rivelerà sostanzialmente un fuoco di paglia, questo trend piuttosto dinamico riprenderà all'inizio della prossima settimana: da lunedì 26 aprile, data importante per le diverse riaperture con cui ripartirà il nostro Paese, il passaggio di una profonda depressione atlantica provocherà tante piogge e temporali soprattutto sulle nostre regioni settentrionali. A causa dello scontro tra l'aria più fresca e instabile in quota e quella più umida e calda presente nei bassi strati non sono da escludere fenomeni particolarmente intensi con grandinate in particolare su Piemonte, Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna. Tra martedì 27 e mercoledì 28 il peggioramento si estenderà a tutte le regioni del Centro Nord dove si avvertirà anche un deciso calo delle temperature con valori ben sotto le medie climatiche di riferimento. Tornerà anche la neve sull'arco alpino con fiocchi a partire dai 1500 metri di quota con accumuli abbondanti specie sulle Dolomiti".

"E non è finita qui anzi, giovedì 29 è in arrivo un altro fronte atlantico carico di tanta pioggia che colpirà ancora una volta le nostre regioni settentrionali. Discorso diverso invece al Sud e sulle due Isole Maggiori dove dovrebbe invece profilarsi una rimonta dell'alta pressione africana - spiegano gli esperti - se ciò dovesse venir confermato è lecito attendersi una seconda parte di settimana decisamente più soleggiata e soprattutto più calda. Vista l'origine della massa d'aria, l'interno del Deserto del Sahara, si potranno raggiungere picchi massimi di temperatura fin verso i 30°C; un vero e proprio anticipo d'estate".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x