Martedì, 13 Aprile 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Denise Pipitone è Olesya Rostova? L'esperto e la D'Urso rivelano che...

Denise Pipitone e Olesya Rostova sono la stessa persona? Piera Maggio potrà finalmente riabbracciare la figlia scomparsa nel 2004 a Mazzara del Vallo? In attesa dell'esito della comparazione del Dna, l'esperto rivela che...

03 Aprile 2021

Denise Pipitone ritrovata in Russia

Fonte: Facebook

Denise Pipitone è Olesya Rostova, la ragazza che si è presentata nel programma russo "Lasciali parlare" in cerca della madre? Piera Maggio potrà finalmente riabbracciare la figlia scomparsa nel 2004 a Mazzara del Vallo? Cresce sempre di più l'attesa per l'esito della comparazione del Dna che rivelerà se le due donne sono madre e figlia. Il caso Pipitone ha fatto commuovere tutti gli italiani che da anni si stringono intorno a Piera Maggio e la sostengono nella sua incessante ricerca. Tutti sperano che Olesya Rostova sia Denise Pipitone. Per conoscere la verità è necessario attendere la comparazione del gruppo sanguigno. Se questo dovesse dare risultato positivo, si attenderà poi l’esito del test del DNA che è già stato prelevato, come spiegato nel programma russo.

In attesa degli esiti degli esami, tutti continuano a parlare dell'incredibile somiglianza fra Olesya Rostova e Piera Maggio e fra la stessa ragazza russa e Denise Pipitone.

Denise Pipitone è Olesya Rostova? L'esperto mostra molti dettagli e la D'Urso rivela che...

“Ci sono parti dei due volti che hanno compatibilità“, ha detto Salvatore Musio, criminalista forense, nella puntata di Pomeriggio 5 andata in onda venerdì 2 aprile 2021. “C’è una certa somiglianza dell’attaccatura dei capelli tra la foto della bambina, della ragazza russa e di Piera Maggio. La concavità del naso a destra è somigliante - ha aggiunto l'esperto - anche se parliamo di tratti abbastanza diffusi. Per capire se sia lei avremmo bisogno di analizzare i lobi delle orecchie“.

Fra Denise Pipitone e Olesya Rostova sono state però riscontrate delle differenze. “In altre foto - ha spiegato l'esperto - le labbra sembrano dissimili, così come anche la forma del volto, in un caso è più tondeggiante mentre nell’altro è più allungato“.

Olesya ha spiegato di avere 20 anni (dunque la stessa età che avrebbe oggi Denise Pipitone). Ha rivelato di essere stata rapita rapita da bambina e di essere cresciuta in un campo rom con una donna che non era la sua madre naturale. Le somiglianze fra il volto della ragazza russa e quello di Piera Maggio hanno acceso le speranze dopo 17 anni di ricerche.

Olesya Rostova, test DNA negativo per donna russa che reclamava maternità

Restano vive le speranze di trovare una parola fine al caso di Dense Pipitone. Arrivato l’esito del primo test del DNA a cui è stata sottoposta Olesya Rostova, la ragazza apparsa in una tv russa per cercare la sua mamma e sospettata di essere Denise Pipitone. La famiglia che da 17 anni è in cerca della piccola Denise ha subito mantenuto i piedi per terra, chiedendo l’unica cosa che può far diventare le speranze certezza, il test del DNA. Questo primo test effettuato in Russia lascia spazio proprio alla speranza e rivela che la genetica non è compatibile con quella di Valentina Kharyova, la donna russa che aveva reclamato per prima la maternità della ragazza.

Molte sono state le donne che hanno risposto all’appello di Olesya Rostova. Una delle piste battute inizialmente era che la giovane potesse essere stata rapita da un villaggio del distretto di Kargopol, una zona in cui nel 2015 a Valentina Kharyova, era stata sottratta la figlia. Per questo sono subito state effettuate le analisi per capire se tra le due donne potesse esserci un legame, ma l’esame del DNA ha escluso la relazione tra Olesya e Valentina, quella che poteva essere la sua possibile madre. Ad annunciare l’esito negativo del test è stato Anatoly Supakov, residente anche lui a Kargopol e parente della presunta madre. “Ci sbagliavamo, eppure è così simile ai componenti di quella famiglia. Tutti abbiamo sperato, ma ora è come se una parte dell’anima ci fosse stata tolta di nuovo”.

Esito che inevitabilmente riaccende le speranze per Piera Maggio, la madre di Denise Pipitone, che nel 2004 venne rapita da Mazara Del Vallo davanti alla sua abitazione. Il legale della famiglia ha affermato di essere in contatto con i funzionari dell’Ambasciata italiana in Russia e in attesa di capire se il gruppo sanguigno può combaciare. L’esito dell’esame dovrebbe arrivare nella giornata di lunedì 5 aprile.

Denise Pipitone, malore per Piera Maggio: non va in Russia

E’ stata colpita da un malore e non potrà partire per la Russia Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone, scomparsa 17 anni fa e, forse, ritrovata nella giovane Olesya Rostova, la ragazza sovietica alla ricerca della sua madre naturale. A comunicare la notizia dell’improvviso malessere l’avvocato Giacomo Frazzitta, legale della Maggio. Piera attualmente sta già meglio, anche se non sono note le cause del malessere.  Intanto si attende l’esito della prova del Dna Sulla sua pagina Facebook qualche giorno fa Piera Maggio aveva pubblicato una foto in cui mostrava un corridoio di ospedale e scriveva: “Vi sono momenti nella vita in cui bisogna affrontare anche gli imprevisti. L’importante riescano bene. Perlomeno è quello che si spera. Un grazie di cuore a tutto il personale completo, medico, infermieristico ecc… dell’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani, in particolar modo al dottor Giacomo Di Giovanni. Grazie”.

Poi, appresa la notizia dell’appello di Olesya Rostova, Piera Maggio ha pubblicato un nuovo post: “In merito alle ultime notizie, rimaniamo con I piedi ben saldati a terra. Chiediamo ulteriori verifiche attraverso il Dna. Ringraziamo tutti per la vicinanza”. La conduttrice Federica Panicucci ha mandato in onda il messaggio audio della mamma di Denise: “In questi anni la speranza di poter riabbracciare nostra figlia non è mai mancata e non mancherà”.

Denise Pipitone, 'prelevato Dna' della ragazza russa per capire se è la figlia di Piera Maggio

Denise Pipitone, la figlia scomparsa di Piera Maggio, è di nuovo al centro dell'attenzione dopo una clamorosa puntata di Chi l'ha visto. È stato prelevato un campione di Dna a Olesya Rostov, la ragazza russa che potrebbe essere Denise. La giovane si è presentata nel programma russo пусть говорят ("Lasciali parlare") per lanciare un appello. Ha detto di avere 20 anni, ma di non esserne certa. Ha dei vaghi ricordi della sua infanzia e vuole ritrovare la sua mamma.

Il test del Dna sarebbe già stato effettuato. Il campione prelevato sarà confrontato con quello di Piera Maggio e Piero Pulizzi, padre naturale della bambina scomparsa. E' impossibile non notare la somiglianza fra il volto della ragazza russa e la madre di Denise Pipitone.

Secondo quanto riferito nel programma russo, l'esame del Dna sarebbe già stato effettuato. Il risultato aiuterà a capire se Olesya Rostova è Denise Pipitone.

Prima sarà effettuato un confronto fra i gruppi sanguigni. Poi si procederà con l'esame del Dna.

Denise Pipitone storia: per Piera Maggio si riaccende la speranza

La figlia di Piera Maggio è scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo. In questi 17 anni la madre non ha mai smesso di cercarla. Fra avvistamenti e somiglianze particolari, la speranza della donna si è riaccesa più volte, ma è sempre finito tutto nel nulla. Non sono mancati i sospetti su alcuni membri della famiglia e sono tantissime le ipotesi venute alla luce nel corso del tempo. Ora moltissimi fattori porterebbero a pensare che la ragazza russa, Olesya Rostova, possa davvero essere Denise Pipitone. 

“Aspettiamo esito test Dna - ha dichiarato Piera Maggio a Chi l'ha visto - siamo cautamente speranzosi senza illuderci più di tanto”.

Denise Pipitone: Chi l'ha visto lancia lo scoop bomba

Era enorme l'attesa per la puntata di Chi l'ha visto andata in onda il 31 marzo 2021. La trasmissione si è occupata più volte del caso di Denise Pipitone, ma ieri sera c'era qualcosa di nuovo da rivelare.

"Vogliamo rimanere con i piedi ben piantati a terra - ha dichiarato Piera Maggio in un messaggio inviato alla conduttrice Federica Sciarelli - cautamente speranzosi ma senza illuderci più di tanto anche perchè le segnalazioni passate ci hanno mostrato che l'illusione non porta a nulla". "In questi casi - ha aggiunto - ovviamente l'unica cosa da fare è chiedere che venga fatto il Dna ed è quello che noi chiederemo, l'unica soluzione per fugare ogni dubbio".

"Inutile la nostra presenza a Mosca - ha spiegato l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio - loro dovrebbero inviare, anche privatamente, il Dna a Roma e la nostra genetista di fiducia Marina Baldi sarà sicuramente in grado di capire se c'è riscontro. Abbiamo a disposizione anche il Dna di Piero. In questo modo potremo avere un quadro completo: questa storia va chiarita con il Dna, non con le sensazioni".

Chi è Olesya Rostov: la ragazza russa che potrebbe essere Denise Pipitone

Olesya Rostov si è raccontata nel programma russo "Lasciali parlare" per la prima volta. Nel 2005, all'età di 5 anni, sarebbe stata rapita da una rom e portata in un campo nomade in Russia. Avrebbe trascorso un periodo nella baraccopoli e poi sarebbe stata trasferita in un orfanatrofio. Durante un'attività di controllo, sempre secondo quanto raccontato dalla ragazza russa, la polizia avrebbe accertato l'assenza di legami di parentela fra la bambina e la presunta madre rom.

La piccola non aveva nemmeno i documenti e proprio per questo è anche difficile capire la vera età attuale di Olesya Rostov, che ha detto che potrebbe avere 16 anni. La bimba sarebbe a quel punto stata trasferita in un istituto, dove le sarebbero stati tagliati i capelli e le è stato dato il nome di Rostov Olesya.

Denise Pipitone: la somiglianza di Olesya Rostov con Piera Maggio...il dettaglio della cicatrice

E' evidente la somiglianza della ragazza russa con Piera Maggio. Ma c'è un altro dettaglio che ha attirato l'attenzione. Olesya avrebbe una cicatrice simile a quella che aveva Denise Pipitone al momento della scomparsa da Mazzara del Vallo. Ci sarebbe però una differenza. Quella di Denise era sotto l'occhio destro, quella della ragazza russa è invece al di sopra del sopracciglio sinistro.

Denise Pipitone come sarebbe oggi

Nel corso del tempo sono state diffuse diverse immagini che ritraggono il possibile volto (disegnato a computer) di Denise Pipitone nelle varie fasce d'età. Gli elaborati tendono a mostrare dei volti somiglianti con quello di Piera Maggio. Altri si basano sull'ultima foto della bambina prima della scomparsa e le aggiungono qualche anno.

Tutti hanno evidenziato ora la somiglianza del volto di Olesya Rostov con quello di Piera Maggio. Solo gli esami del Dna potranno accertare la parentela fra le due. Si attendono dunque gli esiti per scoprire se la figlia di Piera Maggio, Denise Pipitone, è la ragazza russa.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti