Venerdì, 27 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ottilie Von Faber Castell storia vera: chi è la contessa dietro le matite che hanno segnato un'era

La vera storia di Ottilie Von Faber Castell: la contessa che ha cambiato il mondo una matita alla volta

12 Gennaio 2022

Ottilie Von Faber Castell storia vera: chi è la contessa dietro le matite che hanno segnato un'era

Fonte: Rai

Quella di Ottilie Von Faber Castell è una storia vera. La narrazione nella miniserie della Rai ci porta nel mondo della matite più famose del mondo. Ma chi è davvero la contessa che ha segnato un'era? Scopriamo insieme la vita della giovane donna che si trovò a capo della gestione finanziaria dell’azienda familiare: Faber-Castell. Si tratta del più grande produttore di matite al mondo. 

Una vita, quella di Ottilie, che ha sfidato fino alla fine gli stereotipi dell’epoca. Ha anticipato le battaglie per la parità di genere. La sua società negli anni, sotto la guida di ben otto generazioni, ha prodotto centinaia di milioni di matite di legno nei dintorni del fiume Rednitz, un tempo la principale fonte di energia.

Storia vera

La vera storia di Ottilie Von Faber Castell inizia nel 1761. Più precisamente inizia a Stein, una cittadina vicino a Norimberga, quando da Caspar Faber venne fondata l'azienda. Quando le matite di grafite erano una novità, ma fu il barone Lothar von Faber a trasformarla in un importante produttore. Il successo in termini economici e di riconoscimento del marchio avvenne intorno all’anno 1880. Il gruppo ad oggi conta più di 7 mila dipendenti e vende i suoi materiali in più di cento Paesi nel mondo. Ogni anno Faber-Castell produce due miliardi di matite in 120 diverse tonalità di colore.

Dopo la prematura morte del figlio, Wilhelm von Faber, Lothar affida la gestione dell’azienda a Ottilie, la nipote. Tilly da un giorno all'altro nel 1896 dovette farsi strada nell'impresa di famiglia ed aveva appena 19 anni. Poco più che maggiorenne dunque, si affida al consiglio del nonno di circondarsi di dipendenti fidati per imparare tutto il necessario per guidare l’attività, allora sotto il nome di Faber.

Chi è la contessa Ottilie Von Faber Castell 

La denominazione Faber-Castell arriva solo nel 1898, quando la baronessa Ottilie von Faber si innamora e sposa il conte Alexander zu Castell-Rüdenhausen. In realtà, più che un gesto di parità di genere, sembra che fosse dovuto a una clausola del testamento di Lothar, secondo la quale la società avrebbe dovuto mantenere per sempre il nome “Faber”. Alexander è entrato a far parte dell'azienda come manager della sua attività globale, e Ottilie ha mantenuto il suo ruolo manageriale: un’impresa decisamente femminista per quell’epoca.

Alla coppia von Faber Castell si deve anche il castello Faber-Castell a Stein, noto per la sua facciata in stile medievale e gli interni eclettici che includono riferimento al romanico, allo stile gotico e quello rinascimentale, passando per lo stile Impero e il Classicismo, fino all’Art Nouveau.

Quando è nata

Ottilie Von Faber Castell è nata il 6 settembre 1877 a Stein, in Germania. Morì poi a Norimberga il 28 settembre 1944. 

Dove è stato girato Ottilie Von Faber Castell miniserie

Altro luogo di culto per questa storia e che vedremo anche nel film su Rai 1 “Ottilie von Faber-Castell: Una donna coraggiosa”, è l'omonimo castello Faber-Castell a Stein.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x