Martedì, 07 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

comunicati

Vacanze in autunno in Puglia: 6 idee originali (oltre il mare)

30 Settembre 2021

(Adnkronos) -

Roma, 30/09/2021 - Chi l’ha detto che le vacanze migliori si fanno in estate? Grazie al clima mite di cui gode l’Italia durante tutto l’anno, è possibile organizzare le vacanze in qualsiasi stagione.

Tra le regioni che più si prestano ad accogliere e soddisfare i turisti di qualsiasi tipologia, vi è la splendida terra di Puglia, conosciuta in tutto il mondo per la bellezza delle sue spiagge cristalline, per il buon cibo e gli affascinanti borghi medievali ricchi di storia e tradizione. La Puglia è la terza regione d’Italia nel 2021, preceduta da Liguria e Campania, ad avere ottenuto il maggior numero di località balneari, ben 17, insignite del riconoscimento della Bandiera Blu.

Se, dunque, il desiderio è quello di organizzare una vacanza in autunno in Puglia, bisogna pianificare bene cosa fare in Puglia durante l’autunno, stagione perfetta per assaporare aspetti trascurati durante l’estate, visitare suggestivi borghi che sono piccole perle di cultura e tradizione pugliese e fare esperienze tipiche ma insolite al turismo di massa, come partecipare alle sagre, vivere il periodo delle vendemmie e fare escursioni immersi nell’abbondante verde che offre questa regione.

Cosa fare in Puglia in autunno

1. Sagre d’autunno

Funghi, castagne e vino sono i prodotti tipici locali che caratterizzano l’autunno in Puglia. Per far conoscere ai turisti e gustare al meglio e in tutte le salse questi deliziosi cibi autunnali, i pugliesi organizzano moltissime sagre di paese, come Novello sotto il castello, nel comune di Conversano, dove vengono allestiti molti stand intorno al castello che offrono assaggi di prodotti tipici e di vino novello; oppure Bacco nelle gnostre, a Noci, una storica sagra pugliese che pone l’attenzione sul vino novello e le caldarroste. E ancora, la Sagra del fungo a Putignano, la Sagra della castagna a Bovino, la Sagra del fungo cardoncello a Ruvo di Puglia, solo per citarne qualcuna.

2. Vendemmie

La Puglia è tra le prime regioni italiane a vantare una vasta produzione vinicola. Dunque perché farsi scappare l’occasione di visitare le cantine pugliesi proprio nella stagione in cui è in corso la vendemmia? Proprio perché la vendemmia porta con sé un antico rituale legato alla tradizione storica della regione, in Puglia il periodo della vendemmia è vissuto da tutti gli abitanti come fosse una grande festa, in cui tutte le famiglie si riuniscono nelle vigne, oggi come nella tradizione del passato, per raccogliere l’uva che verrà poi trasformata in vino.

3. Escursioni

L’autunno è la stagione perfetta per organizzare giri in bicicletta ed escursioni a piedi, complice il clima più fresco e piacevole per trascorrere belle giornate all’aria aperta. La Puglia ospita due bellissimi parchi, il Parco dell’Alta Murgia, con la sua Foresta Mercadante, e il Parco del Gargano, luoghi ideali per vivere queste esperienze immersi tra i sentieri circondati di verde. E anche per gli amanti della bicicletta la Puglia ha un occhio di riguardo, con delle ciclovie che attraversano la Valled’Itria, passando per il Salento e giungendo fino a Bari e Brindisi.

4. Ammirare il foliage

Chi sceglie di viaggiare in autunno sa che di certo gli capiterà la fortuna di godere dello spettacolo del foliage, ossia l’affascinante momento della caduta delle foglie, tinte dei loro caratteristici colori dell’autunno come il giallo, il rosso e il marrone e dalle mille tonalità calde e sfumature che questi colori riescono a creare. Il luogo più frequentato per ammirare al meglio questo suggestivo spettacolo è la foresta Umbra, nel cuore del Gargano, una foresta popolata da faggi, querce e aceri. Anche il bosco dell’Incoronata, nel Tavoliere delle Puglie, è una delle mete preferite per assistere al foliage, avvolti da pioppi, olmi e frassini, così come il bosco di Faeto, sui Monti Dauni, abitato da tigli, sorbi e olmi.

5. Birdwatching

Oltre allo spettacolo del foliage, in autunno avviene un altro evento da ammirare, soprattutto se si è amanti degli animali: praticare il birdwatching osservando la migrazione di varie specie di uccelli, che sostano vicino ai laghi. Ad esempio, nella grande laguna di Varano, nel Gargano, si soffermano anatre, cormorani, germani, svassi, e sui Laghi Alimini si possono ammirare il germano reale, lo svasso e la marzaiola. Chi ama gli aironi e le anatre, invece, può andare nel Golfo di Manfredonia, in cui ha sede l’Oasi WWF del Lago Salso.

6. Visitare i borghi più belli

Insieme alla tradizione culinaria e alle bellezze che offre la natura, la Puglia viene ricordata per la bellezza paesaggistica e architettonica che identifica i borghi della Puglia. Vi sono dei paesini che non possono non venire visitati in autunno, proprio perché rappresentano il cuore pulsante delle tradizioni di cui la Puglia ne è ricca.

Primo fra tutti, vi è Ostuni, la Città Bianca del Salento, chiamata così perché attrae molti turisti con le sue casette tutte dipinte con calce bianca. Sorge nella provincia di Brindisi, e precisamente nella Valle d’Itria, a 218 metri sul livello del mare. Nel 2021 Ostuni è stata scelta come borgo inserito all’interno del circuito dei Borghi dei Tesori, associazione che mira a valorizzare e riscoprire i borghipiù belli d’Italia.

Il centro storico, chiamato La Terra, ha un’affascinante particolarità: le case sembrano arrampicarsi sui fianchi scoscesi del colle. Inoltre, le stradine, le piazzette e i vicoli compongono questo borgo medievale, circondato dall’antica cinta muraria che si apre alle uniche due entrate della città tutt’ora integre, Porta Nova e Porta San Demetrio.

Chi visita Ostuni sarà avvolto da una varietà di sapori che abbracciano il mare e la montagna: si consiglia di assaggiare le alici arracanate, la ‘ncaprata, la frittata alla menta, le brasciole e due evergreen, le immancabili orecchiette con le cime di rapa e i taralli pugliesi, conditi con pepe o semi di finocchio.

Una sosta particolare la merita Otranto, in provincia di Lecce, che vanta un centro storico in cui brillano il Castello Aragonese, costruito alla fine del XV secolo, e i resti del Monastero di San Nicola di Casole, che ospita una delle più antiche e ricche biblioteche d’Europa.

Sulla stessa scia di Otranto, e rimanendo nel leccese, si può fare una visita a Specchia, centro salentino del XI secolo, in cui addentrarsi tra le meraviglie medievali del Castello Risolo.

In provincia di Foggia sorge Vico del Gargano, borgo costruito con differenti stili architettonici, in cui visitare Palazzo della Bella.

Infine - ma l’elenco potrebbe ancora continuare per molto – si consiglia di visitare Locorotondo, in provincia di Bari, famoso e suggestivo paesino grazie alla presenza dei trulli di Puglia conosciuti in tutto il mondo.

Per informazioni:

Agenzia turistica Perledipuglia

Tel: +39 0833 1901 110

Instagram: https://instagram.com/perledipuglia

Facebook: https://it-it.facebook.com/perledipuglia.it/

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x