Giovedì, 02 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

comunicati

Coronavirus: l’interesse degli italiani per il trading online

11 Maggio 2021

(Vibo Valentia 11-05-2021) - Vibo Valentia 11-05-2021 - Ormai da più di un anno la pandemia da Coronavirus imperversa in tutto il mondo, con Paesi che stanno soffrendo per la malattia molto più di altri. In Italia sembra che le cose possano migliorare nei prossimi mesi, grazie anche alla corsa al vaccino. Ci troviamo quindi nel periodo in cui è possibile tirare le somme degli eventi pregressi. Uno di questi riguarda il grande successo riscosso dal trading online proprio negli ultimi mesi, a partire soprattutto dal lock down di marzo/aprile 2020. Da vari anni gli italiani sono attratti dal mondo del trading online, in tutte le sue forme; nel corso del 2020 si è però risvegliato un diffuso desiderio di investimenti, in vari settori. Alcune ricerche hanno cercato di evidenziare le motivazioni che stanno dietro questo desiderio.

Come funziona il trading online

Per capire un particolare evento è ovviamente importante cominciare dall’analizzarne gli attori. In questo caso l’attore principale è il trading online, una possibilità disponibile in Italia già da diversi anni. Chi fa trading online utilizza apposite piattaforme che consentono di investire in diversi ambiti, dalla classica compravendita di titoli azionari italiani e non, alle criptovalute, per arrivare fino all’utilizzo di specifici strumenti finanziari derivati, quelli che hanno riscosso maggiori successi negli ultimi anni. Le preferenze di ognuno prendono ovviamente strade diverse, a seconda dei desideri e delle necessità. In linea generale però molti italiani prediligono gli investimenti veloci: nell’arco di alcune ore, a volte anche meno, l’affare si chiude e si ottengono eventuali guadagni o perdite. Senza dover attendere giorni, settimane o mesi per realizzare gli effettivi introiti.

Cominciare a fare trading online

Non è difficile cominciare a dedicarsi al trading online, nel senso che sono numerose le piattaforme che consentono di svolgere questo tipo di attività. È possibile investire in borsa online seguendo i consigli di TopTrading.org, o anche scegliere delle piattaforme di trading dedicate a specifici strumenti derivati, quali ad esempio i CFD, o anche in ETF. Basta aprire un conto sulla piattaforma prescelta, con la possibilità di cominciare anche solo con poche decine di euro. In questo modo le speculazioni sono aperte a chiunque, anche a chi vuole soltanto fare un test delle proprie abilità. Anzi, esistono piattaforme che permettono ai propri clienti di utilizzare un conto demo, ossia una versione virtuale di tutti gli strumenti disponibili. In questo modo si verificano le proprie capacità negli affari senza spendere nulla, e ovviamente senza neppure guadagnare.

Perché durante la pandemia

Inizialmente il rinnovato interesse degli italiani, ma non solo, verso il mondo del trading online è stato certamente correlato al fatto che molti si sono trovati ad avere più tempo libero. Durante il primo lock down ristoranti, bar, palestre, cinema e così via erano tutti chiusi. Inoltre non ci si poteva spostare a più di 200 m dalla propria abitazione e non si potevano incontrare persone estranee al proprio nucleo famigliare. Questo si è tradotto in varie ore di tempo libero; nelle ore serali ma anche nel fine settimana e durante l’intervallo pranzo milioni di italiani si sono trovati a non aver nulla da fare. E di certo guardare la TV o navigare in rete non sono passatempi che possano essere sfruttati per giorni e giorni. Quindi inizialmente chi si è avvicinato al trading online l’ha fatto per noia e per curiosità, lo si nota anche dal numero di ricerche riguardanti le piattaforme di trading e i diversi concetti correlati a questo tipo di attività svolti nelle prime settimane di lock down.

Una speculazione ad alto rischio

Dal cercare il significato di un termine correlato al trading online o leggere le recensioni su una piattaforma di trading al fare realmente di questa particolare attività un interesse reale ce ne passa. Se tantissimi italiani si sono interessati al trading online questo non significa che altrettanti abbiano cominciato a speculare con i CFD o ad acquistare titoli azionari. Un certo numero l’ha effettivamente fatto durante la pandemia, ma non tutti. In effetti un particolare va evidenziato: questo tipo di investimento è soggetto a un forte rischio di perdere parte del capitale a disposizione. E infatti non sono poi tantissimi i trader di grande successo. Certo è che avere molto tempo a disposizione, con la possibilità di connettersi ogni giorno alla rete, ha comunque portato un buon numero di italiani ad attivare un conto su una piattaforma di trading.

Corsi, opinioni, recensioni

Le ricerche degli italiani sono state dedicate però anche alle informazioni che riguarda il trading online. A partire dalla disponibilità di corsi, guide e tutorial, particolarmente appetibili per coloro che hanno avuto, nel 2020, molto più tempo libero rispetto al solito. Per tanti nuovi trader la molla che ha fatto iniziare questo tipo di attività è stato proprio l’avere il tempo per dedicarsi non solo al trading, ma anche a seguire dei corsi online, approfondire le informazioni riguardanti le varie piattaforme disponibili valutare le opinioni degli altri trader.

Per maggiori informazioni:

E-MAIL: info@toptrading.org

SITO: https://toptrading.org/

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x