Lunedì, 06 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

comunicati

Mercato dell’eCommerce: i trend del 2021

01 Marzo 2021

(Pescara, 1 marzo 2021) -

La pandemia innescata dal coronavirus ha, come noto, esteso in maniera significativa il raggio di azione degli e-commerce. Secondo i numeri forniti dall’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano, nel giro di pochi mesi la penetrazione dello shopping su Internet sul fatturato retail è aumentata di 2 punti percentuali. Lo scorso anno il volume di affari è stato di circa 22 miliardi e 700 milioni di euro, un dato in aumento di oltre il 25%. Ecco perché si può affermare che ormai gli acquisti online facciano parte delle abitudini di spesa dei nostri connazionali, il che a costretto perfino i retailer più scettici a mettere a punto strategie omnicanale.

Un mercato polarizzato

Uno degli effetti della situazione di emergenza sanitaria sembra essere stato quello di favorire una polarizzazione del mercato. in altri termini, a risentire del cambiamento delle abitudini di acquisto (in positivo, ovviamente) sono stati i big del commercio elettronico: basti pensare che il fatturato di Amazon nel corso degli ultimi tre mesi è aumentato di quasi il 40%. Ma questo non vuol dire che i siti specializzati abbiano sofferto, anzi: a ben vedere, il concetto del negozio di prossimità si è spostato in Rete, come dimostrano i micro marketplace che racchiudono l’offerta di vari retailer in una piattaforma sola adottando un approccio glocal, cioè locale e globale al tempo stesso.

A chi rivolgersi per realizzare un eCommerce al passo con i tempi

Per costruire un ecommerce in linea con le esigenze del mercato è necessario affidarsi a professionisti del settore. Una delle più esperte agenzie di digital marketing del centro italia, che dal 1996 soddisfa questo tipo di esigenze, è Genesi.it. La realizzazione di un sito eCommerce con Genesi.it è solo uno dei tanti servizi di web marketing di cui si può usufruire. L’iter prevede in primo luogo un’analisi delle necessità del cliente: a quel punto è possibile sviluppare i contenuti e la struttura del sito. La crescita del business è il risultato dell’analisi delle conversioni e dello studio della comunicazione strategica necessaria: così i nuovi accessi possono essere convertiti in azioni di acquisto. L’obiettivo finale viene raggiunto con un lavoro serio e professionale.

Il ruolo dei social network

Recentemente è anche emersa l’importanza del ruolo dei social network. Aziende mature dotate di un copywriting persuasivo hanno utilizzato i canali social per consolidare la loro autorevolezza. Inoltre i social network sono sempre più preziosi come strumenti di marketing finalizzati alla vendita: è questo il motivo per il quale è in costante aumento il numero di marchi che se ne servono: un esempio in tal senso proviene da Instagram, che da poco ha reso disponibili le funzioni one click per gli acquisti in reels. Al tempo stesso i Facebook Shops vanno via via moltiplicandosi. C’è chi pensa che, complice l’accordo che è stato sottoscritto con Shopify, anche TikTok possa conquistare un ruolo di primo piano in questo ambito, puntando sugli e-commerce grazie a una meticolosa integrazione dei diversi elementi tecnologici che contribuiscono a promuovere gli acquisti di impulso. L’integrazione con PayPal e le altre piattaforme di social payment è un esempio in tal senso, ma non vanno dimenticati i tasti grazie a cui è possibile cliccare su un articolo promosso in un post per poi essere indirizzati al sito del negozio online del produttore.

Amazon Echo e gli altri assistenti vocali

Nel corso degli ultimi mesi le abitazioni degli italiani hanno iniziato ad accogliere un numero sempre più elevato di assistenti vocali: il più noto forse è Amazon Echo, ma ci sono anche Huawei Sound e My Smart Speaker di Xiaomi, senza dimenticare Nest e Google Home. Essi vengono adoperati in modo particolare per ricercare articoli e per confrontarli, oltre che per verificare i prezzi dei vari prodotti. Anche per questo motivo, molti esperti avevano preconizzato già per lo scorso anno un boom del cosiddetto voice commerce. In realtà ciò non si è verificato, ma non è detto che la situazione non possa cambiare nei mesi a venire: è probabile che gli utenti abbiano bisogno di ancora un po’ di tempo per prendere familiarità con le nuove tecnologie, mentre andrà aumentando il livello di complessità delle funzioni impiegate.

Fare shopping con gli assistenti vocali

Anche gli assistenti vocali possono essere considerati un percorso privilegiato per gli acquisti di impulso, dal momento che hanno la capacità di assicurare una notevole fluidità in termini di customer experience. Un esempio pratico? Un utente domanda all’assistente vocale di leggergli una ricetta, e al tempo stesso può chiedergli di comprare gli ingredienti che servono per la sua preparazione.

Una personalizzazione sempre più accentuata

Il segreto per il successo di un ecommerce consiste nella capacità di mettere a disposizione del cliente ciò di cui ha bisogno ancora prima che egli avverta l’esigenza di comprarlo. Le offerte personalizzate sono la chiave di volta da questo punto di vista. Le tecnologie di machine learning e di intelligenza artificiale permettono di sviluppare esperienze di acquisto sempre più memorabili e intime, in grado di adattarsi alle esigenze del consumatore in maniera fluida. Così si realizza l’obiettivo di aumentare le conversioni, mentre l’efficacia della fidelizzazione aumenta.

La realtà aumentata

Nel novero delle tecnologie che sono in procinto di favorire una crescita ulteriore degli e-commerce va menzionata la realtà aumentata, che secondo gli analisti acquisirà una maggiore importanza dal punto di vista della customer experience. Le applicazioni di realtà aumentata, dunque, possono far parte delle tendenze più importanti di quest’anno per il commercio elettroniche, dal momento che consentono di utilizzare il proprio telefono per comprare un prodotto nel contesto di un ambiente virtuale. Gli esempi sono tanti: Ikea, in particolare, ha sviluppato un’app che permette di visualizzare i complementi di arredo e i mobili negli ambienti di casa, e grazie ad essa il tasso di conversione è schizzato verso l’alto; nel settore della cosmesi, invece, sia L’Oréal che Sephora hanno messo a punto soluzioni grazie a cui è possibile verificare la resa dei prodotti di make-up sul proprio volto inquadrandolo con la fotocamera del telefono. Si tratta, per altro, di esperienze che sono diventate ancora più comode in questi mesi in cui gli spostamenti sono stati limitati e l’accesso ai negozi si è ridotto.

Dati di contatto

Via Raiale, 285

65128 Pescara (PE)

085 799 18 06

pescara@genesi.it

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x