Venerdì, 27 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

economia

Breve guida al bonus zanzariere 2022

13 Maggio 2022

Breve guida al bonus zanzariere 2022

(Adnkronos Salute) - Partiamo dal presupposto che l'acquisto di zanzariere non è detraibile, ma ci sono delle eccezioni. Nel caso in cui il dispositivo svolga anche un'azione di schermatura solare, può rientrare nell'ecobonus, in quanto contribuisce in parte all'efficientamento energetico dell'immobile. In tal caso quindi si può parlare di bonus zanzariere ovvero di una riduzione delle imposte pari al 50% della spesa sostenuta per l'acquisto e l'installazione delle zanzariere.

Requisiti per usufruire del bonus

Non tutte le tipologie di zanzariere rientrano nei benefici fiscali del bonus zanzariere 2022. Vediamo che requisiti devono avere:

- Essere provviste di marchio CE

- Essere fissate stabilmente all'edificio

- Essere applicate a una superficie vetrata esposta al sole

- Essere regolabili facilmente in modo da proteggere dall'esposizione solare

- Avere un valore di capacità di schermatura solare ovvero Gtot complessivo massimo di 0,35

Come funziona

Il bonus zanzariere è un'agevolazione fiscale che consiste in una riduzione delle imposte IRPEF o IREF per una quota pari alla metà della spesa complessiva sostenuta per l'acquisto e il montaggio del dispositivo, oltre che per l'eventuale smaltimento di precedenti dispositivi e per l'onorario del professionista che si occupa della comunicazione all'Enea. La detrazione fiscale viene recuperata in 10 quote annuali di pari importo. In alternativa, per il bonus zanzariere (come per altri bonus edilizi) è prevista la possibilità della cessione del credito o lo sconto in fattura. Il bonus può essere usufruito per installazioni su qualunque tipologia di immobile (sia singola abitazione o negozio che intero condominio), purché regolarmente accatastato e in regola con il pagamento dei tributi e degli oneri. Il pagamento della spesa deve essere effettuata con bonifico parlante ed entro 90 giorni dalla fine dei lavori deve essere inviata la comunicazione all'Enea.

Chi può richiederlo

- Proprietario dell'immobile (persona fisica o giuridica)

- Inquilino in affitto

- Nudi proprietari

- Soggetti che abbiano diritto di godimento reale sull'immobile

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x