Sabato, 12 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

fuga dai siti di giochi

11 Settembre 2020

fuga dai siti di giochi

Con la fine del lockdown si è assistito a un calo, anche a due cifre, delle visite degli utenti ai siti di gaming. Videogame e siti di gioco online, che avevano visto un boom durante la quarantena ora devono fare i conti con la riacquisita libertà da parte delle persone che hanno in parte preso le distanze da computer e app mobile di gioco.

L'istantanea realizzata da Comscore racconta questo fenomeno e fotografa lo stato dei media del gioco online in Europa. Sono inclusi dati statistici di Francia, Germania, Italia, Spagna, Regno Unito e medie EU5 per meglio definire i benchmark.

L’analisi copre siti web e app mobile utilizzate dai consumatori per trovare informazioni sui videogiochi e le notizie relative a giochi vari, nonché siti web e app mobile in cui gli utenti possono giocare ai videogiochi online.

Dopo aver trascorso il lockdown incollati agli schermi dei device digitali, sembra che a luglio 2020 i consumatori in Europa si siano presi una pausa collettiva dal gaming: la percentuale di visitatori di Internet che hanno visitato un sito o un'app relativi a giochi e videogame è diminuita nella maggior parte dei Paesi dell'UE5, sia in un confronto mese su mese (giugno 2020 – luglio 2020) sia in un confronto anno su anno (luglio 2019 – luglio 2020), ad eccezione della Germania che segna valori in crescita in entrambi i casi.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti