Venerdì, 20 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Il ricordo dei grandi Angelo Frontoni e Enzo Cerusico

Il nipote Daniele Frontoni ricorda lo zio fotografo e il nonno attore

Di Ivan Rota

20 Aprile 2022

Tutti conoscono Angelo Frontoni per le sue foto che sono state testimone della storia del cinema, della moda e del costume ma pochi conoscono il suo lato privato.Era una persona dolce, sensibile e attaccato alla famiglia, chiamato da tutti “Angelino” e poi "il fotografo delle dive". Oggi lo ricorda il nipote Daniele che passò buona parte della sua adolescenza nel suo studio in via dei Monti  di Pietralata,Roma,accanto alla pizzeria di famiglia. Angelo era destinato ad entrare nel impresa familiare, ma la sua ambizione non era affatto il forno. È sempre stato un appassionato di fotografia e l’occasione di diventare professionista l’ha avuta nel 1956 con la possibilità di fotografare Gina Lollobrigida.E da qui é iniziato tutto e ora il nipote Daniele lo ricorda nel suo locale dove si respira l'aria della "Dolce Vita". Angelo fotografo tutti i più grandi: da Audrey Hepburn a Sophia Loren, da Ursula Andress a Anita Hekberg e poi il famoso nudo di Helmut Berger. E poi ecco un ricordo del nipote Daniele Frontoni sul grande nonno Enzo Cerusico: "Nonostante la sua notorietà, Enzo Cerusico,classe ‘37, fu sempre molto riservato per quanto riguardava la sua vita privata. i settimanali dell’epoca non ebbero quasi mai modo di occuparsene,tanto che ad oggi non sanno esattamente nemmeno il giorno della sua morte. Nonno Enzo e Nonna Titti si sono conosciuti quando avevano 17anni lui e 18 lei.Diceva nonno:”passeggiavo davanti al suo portone nella speranza di vederla uscire di casa, oppure mi arrampicavo su per la finestra per spiarla, ero ragazzino incosciente e innamorato”.Dalla loro relazione è nata mia madre Brunella il 4 luglio del 1959 durante la dolce vita di Fellini dove mio nonno recitava come “paparazzo” .

Ripeteva sempre :”questa per me è stata una sorpresa troppo grande per la mia età infatti il coraggio di sposarmi lo trovai soltanto un anno dopo la nascita di Brunella”.Si sposarono nel 1960 con rito civile a Genova perché la famiglia di nonna, anche se viveva in Toscana, era originaria di Genova e poi con rito religioso a Roma nel 1963 nella nostra parrocchia, Sant’Ippolito, dopo la nascita della seconda figlia Monica, mia zia. Nonno non dimostrava l’età che aveva proprio come me, tanto che uscí solo una “foto scandalo” di quegli anni che diceva:” incredibile ,Cerusico ha due figlie!!!”. Che ti mando. La storia con mia nonna fini e fu uno dei primi ad usufruire della legge sul divorzio nel 1970 .in quegli anni pubblico’ anche un 45 giri .Tutte e due le canzoni erano dedicate a nonna Titti la prima si intitolava “Er Meno” e parlava dell’inizio del loro amore e la seconda “Finimo Qui” scritta insieme a Vittorio Ferri, il papà della grandissima Gabriella e parlava della fine della loro storia. Io ho ricordi sfumati di nonno ,se ne andato quando avevo solo 10 anni,mi ricordo però una cosa nitida...quando venne ad una mia recita di fine anno scolastico e Recitavo insieme al mio amico di sempre Andrea Potenziani. Interpretavo un alieno con una scatola di scarpe in testa, lui venne vicino a me e mi disse: “sei bravo, sei molto bravo, ma ricorda il bravo attore non porta maschere... la maschera di un bravo attore è la sua faccia e tu hai quella del nonno...usala!!! ...non scordarlo mai.Morì il 26 novembre del 1991 ,mi ricorda mamma ,che sia Gianni Morandi che Loretta Goggi vennero a dargli l’ultimo saluto.” Ricordiamo che Enzo Cerusico fu il primo attore italiano a recitare in una serie americana “Tony e il professore”. É ora che qualcuno lo ricordi. 

Di Ivan Rota

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x