Giovedì, 09 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Piazza Affari in rialzo, spread sprofonda dopo elezioni

22 Settembre 2020

Piazza Affari in rialzo, spread sprofonda dopo elezioni

Dopo le pesanti vendite registrate ieri, torna il segno più sui listini del Vecchio continente. A Piazza Affari, dove il Ftse Mib si è fermato a 18.895,59 punti, +0,54% rispetto al dato precedente, ancora segno meno per UniCredit (-1,87%) che, secondo quanto riportato dalla carta stampata, sarebbe stata contattata dal Ministero dell’Economia in vista di un’eventuale acquisizione del 68,5% detenuto nel Monte dei Paschi di Siena (+3,88%).

Nel comparto, chiusura sopra la parità per Intesa Sanpaolo (+0,38%), Banco BPM (+0,65%) e Mediobanca (+0,3%). L’accordo per l’ingresso in Hype ha permesso ad Illimity di chiudere con un +1,48% mentre la conferma del “buy” da parte di Equita sulle azioni Credito Valtellinese ha permesso alle azioni di terminare con un +3,81%.

Tra i titoli in positivo troviamo anche l’accoppiata formata da Fiat Chrysler (+2,83%) e CNH Industrial (+1,56%), scese ieri rispettivamente del 4,25 e dell’8,05 per cento.

La ripresa del greggio, il future sul Brent segna un +0,83% a 42,3 dollari il barile, ha favorito Eni (+1,52%) mentre Enel (+0,85%) si è mossa in scia del via libera arrivato da Enel Americas all’incorporazione delle attività di generazione di energia rinnovabile non convenzionale che Enel Green Power possiede in America centrale e meridionale.

Le indicazioni arrivate dal voto, referendario ed amministrativo, fanno ben sperare sulla tenuta dell’esecutivo ed hanno spinto al ribasso lo spread Italia-Germania, in calo di oltre sette punti percentuali a 137 punti base. (in collaborazione con money.it)

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x