Martedì, 21 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Libia: Al Serraj e Saleh annunciano cessate fuoco ed elezioni

21 Agosto 2020

Libia: Al Serraj e Saleh annunciano cessate fuoco ed elezioni

Al Serraj (foto LaPresse)

Libia: Al Serraj e Saleh annunciano cessate fuoco ed elezioni

Il presidente del Governo di accordo nazionale libico (Gna) Fayez al Serraj e il presidente del Parlamento di Tobruk, Aguila Saleh, hanno annunciato “un cessate il fuoco su tutto il territorio libico” e la ripresa del processo politico che “porti a nuove elezioni a marzo”.

"In base alla responsabilità politica e nazionale, alla luce della situazione attuale che sta vivendo il Paese e la regione, e alla luce dell'emergenza coronavirus, il capo del Consiglio presidenziale del governo di accordo nazionale libico (Gna), Fayez Al Sarraj, ordina a tutte le forze militari di osservare un cessate il fuoco immediato e di fermare tutte le operazioni di combattimento in tutti i territorio libici". Lo si legge sulla pagina Facebook del Governo di Tripoli.

"Chiediamo a tutte le parti di osservare il cessate il fuoco immediato e fermate tutte le operazioni militari in tutta la Libia". Così il presidente del parlamento libico dell'Est, Aquila Saleh, come riporta Al Jazeera. "Il cessate il fuoco - ha spiegato - taglia la strada a ogni ingerenza straniera e si conclude con l'uscita dei mercenari dal Paese e lo smantellamento delle milizie". "Cerchiamo di voltare la pagina del conflitto - ha aggiunto - e aspiriamo ad un futuro di pace e alla costruzione dello Stato attraverso un processo elettorale basato sulla Costituzione".

Al Sarraj ha annunciato prossime elezioni nel Paese, ribadendo "la sua richiesta di elezioni presidenziali e parlamentari del prossimo marzo sulla base di un'adeguata base costituzionale su cui le due parti concordano".

Libia, al-Sisi celebra cessate fuoco: "Passo importante"

Il presidente egiziano, Abdel Fattah al-Sisi, ha accolto con favore il cessate il fuoco annunciato dal presidente del governo libico, Fayez al Serraj, e dal presidente del Parlamento di Tobruk, Aguila Saleh. "Accolgo con favore le dichiarazioni del Consiglio presidenziale libico e della Camera dei rappresentanti per un cessate il fuoco e la fine delle operazioni militari in tutto il territorio della Libia". E' "un passo importante" per ristabilire la stabilità nel Paese, ha sottolineato.

Libia, l'Onu accoglie con favore il cessate fuoco

Al Serraj e Saleh hanno concordato inoltre la ripresa della produzione e dell’esportazione del petrolio, i cui proventi andranno a un conto esterno della Banca nazionale libica e da cui si attingerà solo dopo un accordo comune. La missione dell’Onu in Libia, Unsmil, accoglie l’iniziativa “coraggiosa” delle due parti.

"Accogliamo con favore le dichiarazioni del Consiglio di Presidenza e della Camera dei Rappresentanti volte a un cessate il fuoco e all'attivazione del processo politico". Lo afferma la Missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia (Unsmil) in una nota dopo l'annuncio delle due parti del cessate il fuoco.

L'Italia "accoglie con grande favore" il cessate il fuoco in Libia e "continuerà a svolgere il suo ruolo attivo di facilitazione per una soluzione politica alla crisi". Lo si legge in una nota della Farnesina. L'Italia "esorta tutte le parti interessate a dare un seguito rapido e fattivo al percorso delineato nei comunicati del Consiglio Presidenziale e dalla Camera dei Rappresentanti" e "auspica una concreta applicazione a tutte le articolazioni dell'industria petrolifera libica su tutto il territorio del Paese".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x