Martedì, 15 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

NEXI e Feduf guidano gli studenti alla scoperta dei pagamenti digitali

Si terrà il 30 ottobre “Posso pagare con carta?”, il Digital Live Talk che illustrerà agli studenti i vantaggi dei digital payments, indirizzandoli a un loro uso consapevole

28 Ottobre 2020

NEXI e Feduf guidano gli studenti alla scoperta dei pagamenti digitali

Erika Fattori, NEXI

NEXI e Feduf al fianco dei giovani nella scoperta dei pagamenti digitali

Nexi, la PayTech leader nei pagamenti digitali in Italia, e Feduf, la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio nata su iniziativa dell’ABI, saranno i protagonisti di “Posso pagare con carta?”, il Digital Live Talk che ha l’obiettivo di spiegare ai giovani i vantaggi dei pagamenti digitali e l’approccio per un loro uso consapevole, di informarli sulle opportunità offerte dai nuovi strumenti di pagamento elettronico, di sensibilizzarli sul tema della sicurezza.

L’evento, che si terrà il 30 ottobre in diretta streaming, è indirizzato a circa 200 studenti delle scuole secondarie di II grado di Umbria, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. L’obiettivo è duplice: da una parte spiegare le funzionalità e le caratteristiche delle soluzioni di pagamento più innovative, come app di pagamento e scambio di denaro, carte di credito e di debito, contacless e wallet digitali, affinchè i ragazzi ne prendano consapevolezza; dall’altra guidarli alla scoperta dei meccanismi consci e inconsci che ne influenzano le scelte, soprattutto nei momenti di crisi, fornendo così un supporto utile, alla luce dei principi della finanza comportamentale, a evitare di incorrere in decisioni sbagliate.

L’incontro, grazie anche alla capacità dei divulgatori scientifici di Taxi 1729, sarà un importante tassello nel percorso di alfabetizzazione finanziaria dei giovani che, in Italia, presenta ampi margini di miglioramento, come conferma l’indagine realizzata da BVA-Doxa nel 2019 in collaborazione con FEduF su 500 ragazzi tra i 18 e i 25 anni: il 39% dei loro pagamenti è gestito in contanti, il restante 61% passa attraverso forme dematerializzate di denaro, tra cui carte (32%), app di pagamenti (12%) e altre forme (17%), ma la stessa rilevazione evidenzia che il 64% dei ragazzi non conosce la differenza tra carta di credito e carta di debito e che c’è ancora troppa diffidenza nell’uso delle nuove app di pagamento.

Questi dati ci indicano come investire sulla cultura finanziaria dei giovani significhi aiutarli a pianificare il loro futuro. Per questa ragione FEduF (ABI), grazie anche al fondamentale contributo di NEXI, promuove l’educazione finanziaria all’interno delle scuole spiega Giovanna Boggio Robutti, Direttore Generale della FEduF - tenendo ben presente che l’istruzione e la formazione, specie per i giovani, non si devono limitare a impartire conoscenze, ma devono sviluppare competenze e trasmettere i valori fondamentali necessari per indurre comportamenti corretti e responsabili”.

“I giovani pur essendo cresciuti con internet e plasmati dalle esperienze social, digital e OTT, sono in molti casi ancora old school nei pagamenti. E’ importante aiutarli a capire i pagamenti digitali, in termini di strumenti e occasioni d’uso. I ragazzi sono la chiave di svolta per accelerare la penetrazione di strumenti di pagamento digitali che, nel nostro Paese, rappresentano ancora solo il 26% del totale consumi delle famiglie, contro una media UE quasi doppia – commenta Erika Fattori, Brand & Communication Director di Nexi -  Avvicinarsi agli standard europei garantirebbe benefici a cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione e rappresenterebbe un passaggio fondamentale per il progresso del nostro Paese, che passa necessariamente dai ragazzi. Per questo vogliamo dare il nostro contributo a questa iniziativa, siamo convinti sia uno step fondamentale nell’educazione dei più giovani  all’utilizzo consapevole dei pagamenti digitali”.

Il digital talk, che fa parte delle iniziative del Mese dell’Educazione Finanziaria, iniziativa partita nel 2018 e indetta dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, va ad aggiungersi a quanto già fatto da Feduf insieme a Nexi sul tema della sensibilizzazione sui pagamenti elettronici: recentemente, infatti, è stato realizzato Pay like a Ninjia, un programma didattico che conduce gli studenti alla scoperta delle nuove forme di moneta e pagamenti elettronici.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti