Giovedì, 21 Gennaio 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Balconi rinnovati grazie al bonus facciate

05 Settembre 2020

Balconi rinnovati grazie al bonus facciate

Il bonus facciate può essere utilizzato anche per il rinnovo dei balconi. Lo conferma l’Agenzia delle Entrate con due recenti risposte a interpelli dei contribuenti. In particolare si può ricorrere al bonus introdotto dalla Legge di Bilancio 2020 per i lavori su balconi, ornamenti, marmi e fregi.

L’AdE, spiega Money.it, ha chiarito che la detrazione del 90% spetta per gli interventi di consolidamento, ripristino o rinnovo, inclusi i lavori di pulitura e tinteggiatura della superficie.

Anche il rinnovo degli elementi costitutivi dei balconi rientra tra le spese per cui si può richiedere il bonus facciate: via libera quindi al rifacimento del piano di calpestio del balcone, per la sostituzione dei pannelli in vetro, per i lavori sul parapetto in muratura, la verniciatura della ringhiera in metallo e il rifacimento del sotto-balcone.

Il bonus facciate si trasforma così in un vero e proprio bonus balconi.

I terrazzi invece sono esclusi dal bonus, nonostante ricoprano una funzione simile ai balconi: ai fini dell’agevolazione sono infatti considerati come struttura opaca orizzontale o inclinata, che appunto non fa parte degli assetti presi in considerazione per l’incentivo. Il bonus facciate dà diritto alla detrazione del 90% senza limiti di spesa per i costi sostenuti e tutti possono beneficiarne: persone fisiche o imprese, inquilini e proprietari, residenti e non nel territorio dello Stato.

Infine, il decreto Rilancio ha allargato la possibilità di richiedere lo sconto in fattura e la cessione del credito non solo per il superbonus 110%, ma anche per il bonus facciate, rendendolo così ancora più conveniente.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti