Domenica, 01 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid, Aifa approva vaccino Pfizer in Italia

Il vaccino “sarà rimborsabile in modo gratuito per tutti”.

22 Dicembre 2020

Covid, Aifa approva vaccino Pfizer in Italia

Covid, Aifa approva vaccino Pfizer in Italia

Via libera anche in Italia al vaccino anti Covid di Pfizer Biontech.

“Annuncio che è stata approvato ed autorizzata l’immissione in commercio del vaccino Pfizer per tutta la popolazione sopra i 16 anni e non ha controindicazioni assolute”. Così il direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco, Nicola Magrini, nel corso di una conferenza stampa sui vaccini anti Covid-19, durante la quale ha anche aggiunto che l’antidoto “sarà rimborsabile in modo gratuito per tutti”.

“L’Europa, sull’approvazione del vaccino Pfizer, ha accelerato con grande prontezza per aver fatto in poche ore - ha aggiunto - ciò che viene fatto in settimane”.

“Quella di oggi” deve essere “celebrata come una giornata eccezionale - ha poi affermato il presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco, Giorgio Palù - come il Vaccine day” previsto per il 27 diembre. “Mai come questa volta - ha proseguito - si sono realizzati vari vaccini ed oggi ne abbiamo già uno disponibile valido al 95%”.

Vaccino Covid Pfizer: somministrabile anche a donne in gravidanza e allattamento

Il vaccino non sarà somministrato su prenotazione, ma a chiamata e potrà essere ricevuto anche in gravidanza o durante il periodo di allattamento, secondo quanto precisato dall'Aifa.

“L’Aifa ha appena dato l’ok al vaccino Pfizer Biontech dopo l’approvazione di Ema a livello europeo. Il 27 Dicembre, in tutte le regioni italiane, inizieranno le prime vaccinazioni al personale sanitario e agli anziani delle Rsa. È ancora dura, ma ora abbiamo un’arma in più. Forza”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza.

Vaccino Pfizer caratteristiche

Il dottor Nicola Magrini ha spiegato le caratteristiche del vaccino:"Il vaccino Comirnaty è indicato per gli over 16 e non ha controindicazioni. Non sono richieste accortezze particolari per anziani, immunodepressi e altre categorie specifiche e neanche per donne in gravidanza e allattamento. Il Comitato tecnico scientifico coordinerà attività di sorveglianza delle reazioni avverse. Saranno realizzati studi specifici su popolazioni selezionate come pazienti in dialisi e pazienti delle RSA".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x